sabato 25 maggio 2019

Review Tour: "Perfide" di Roberta Balestrucci Fancellu, illustrato da Loputyn



Buongiorno e ben trovati svampitelli belli in questo sabato di fine maggio che pare tanto un lunedì di inizio aprile.
Oggi torno sul blog con il review tour o review party che dir si voglia di un libriccino veramente motto carrrrrino (cogliere la citazione prego).
Infatti Ohmacheansia ha il piacere di ospitare sul blog la penultima tappa del BT dedicato a ‘Perfide' di Roberta Balestrucci Fancellu e Loputyn.
Innanzitutto vi lascio qualche info sul volume:



Titolo: Perfide
Autore: Roberta Balestrucci Fancellu, Loputyn
Pagine:128 pagine (Copertina flessibile)
Data di uscita: 29 aprile 2019
Editore: Hop! Edizioni
Collana: Speriamo che sia femmina!
Prezzo: € 15,00

Servono più cattive di qualità! Nella letteratura per ragazzi ci sono otto volte più cattivi maschi che femmine. E le femmine sono quasi sempre solo streghe. La storia insegna, però, che ci sono sempre state donne davvero perfide. Questa è una raccolta di ritratti e storie di donne realmente vissute che hanno agito male, facendo della perfidia la loro arma prediletta, adoperata per avere o mantenere il potere, per vendicarsi, per resistere a coercizioni, per ottenere giustizia o per rispondere a una passione irrefrenabile. Erodiade e Salomé, Tomoe Gozen, Alice Kyteler, Lucrezia Borgia, Anna Bolena, La Monaca di Monza, Maria la Sanguinaria, Erzsébet Bathory, Le piratesse dei Caraibi, La strega di Blair, Jill la Squartatrice, Mary Ann Cotton, Madame Popova, Bonnie Parker, Elisabeth Nietzsche, Ilse Koch, Christine Keeler, Elena Ceaucescu, Elsa Maxwell, Mamma Ebe sono le 20 perfide raccontate in questo libro.

Quando mi è stato proposto di leggere Perfide e di parlarne sono stata super entusiasta!
Avevo intravisto i disegni di Loputyn in tutta la loro bellezza e cattiveria e me ne ero già innamorata!
Non potevo dire di no, anche perché sull’ondata delle bambine ribelli, coraggiose, a volte imprudenti e che hanno fatto grandi cose nella vita, finalmente è spuntata fuori anche una raccolta di ritratti di grandissime stronze e assassine e donne che non stavano tanto a posto col cervello. Chi ha ammazzato per sfida, chi per il gusto di farlo, chi per una reale convinzione, chi per i soldi, chi per la scienza, insomma sta di fatto che dai un’arma o anche solo una menta acuta ad una donna e resterai fottuto.

Ho letto l’elenco delle cattive (che vi lascio qui sotto) ed ho scelto lei: Erzsébet Báthory.
Soprannominata la Contessa Dracula o Contessa Sanguinaria, lei e i suoi quattro suoi collaboratori furono accusati di aver torturato e ucciso centinaia di donne, alcune giovanissime, anche se in realtà si sospetta che il numero sia molto più alto di quello ipotizzato (tra le 100 e le 300). Secondo un diario trovato durante la perquisizione in casa sua, le vittime sarebbero 650, e ciò farebbe di lei la peggiore e più prolifica assassina seriale mai esistita; ma gli storici tengono per vera la stima delle 100/300 vittime e sono scettici circa la veridicità e/o esistenza di questo diario. (Grazie sempre Wikipedia per essere una inesauribile fonte di informazioni.)
E dunque vi chiederete: oh svamps e perché hai scelto la Bathory?
Beh, dovete sapere che io l’ho conosciuta tramite il film horror Stay Alive, un film che ruotava intorno alla versione beta di un videogioco dall’imminente rilascio in commercio in cui la storia era incentrata proprio sul personaggio della contessa.
Non a caso prima di avviare la sessione di gioco era necessario recitare una sorta di preghiera: "La preghiera di Elizabeth", solo che una volta pronunciata, attivando lo spirito malvagio della Contessa che usa il videogioco per mietere vittime, se muori nella partita, muori anche nella vita reale.
Nel film viene narrata la storia dell’assassina seriale e del fatto che faceva il bagno nel sangue delle sue vittime per mantenersi giovane e bella (un po’ come Monica Bellucci nel film sui fratelli Grimm, ‘nzomm) e questa cosa mi ha affascinata molto.
Anche perché io solo a vederlo il sangue svengo, figuriamoci farmici il bagno dentro.
A voja di morì vecchia decrepita tipo quella del Titanic.

Si dice che i parenti sapessero delle sue inclinazioni sadiche, ma si sa, chi si fa i cazzi suoi campa cent’anni.
E fu cosi che ella cominciò a torturare e ad uccidere barbaramente sia le  contadine che le figlie della piccola nobiltà.
Le vittime venivano spogliate, messe a testa in giù, seviziate, le gole recise e il sangue raccolto per essere usato dalla Contessa, la quale, si dice, fece costruire un modello prequel della Vergine di Norimberga, ovvero la Iron Maiden (La vergine di ferro), la quale aveva la forma di una donna dai lunghissimi capelli biondo argenteo (probabilmente sul modello di qualche fanciulla uccisa da lei stessa) che arrivavano fino quasi ai piedi. Ogni qualvolta una ragazza le si avvicinava, la Vergine di Ferro alzava le braccia e stringendola in una morsa mortale la uccideva, trapassandola con dei coltellacci acuminati fuoriusciti dal petto.
No maaaa… tutt appost?????
Aniuei ecco l’elenco completo delle Perfide:
Erodiade e Salomé
Tomoe Gozen
Alice Kyteler
Lucrezia Borgia
Anna Bolena
La Monaca di Monza
Maria la Sanguinaria
Erzsébet Bathory
Le piratesse dei Caraibi
La strega di Blair
Jill la Squartatrice
Mary Ann Cotton
Madame Popova
Bonnie Parker
Elisabeth Nietzsche
Ilse Koch
Christine Keeler
Elena Ceaușescu
Elsa Maxwell
Mamma Ebe

Vi lascio anche il calendario con tutte le tappe!



Dunque, per oggi è tutto!
Fatemi sapere quali sceneggiati avete visto e quali no.
Vi rimando agli altri post per conoscere meglio il mondo delle perfide.

A risentirci nei prossimi post cari svampitelli miei.

Nessun commento:

Posta un commento

Blogger consente di commentare solo con le opzioni di commento anonimo e di commento con l'account Google. Chi commenta con account Blogger e Google + pubblica il link al proprio profilo. In ottemperanza al GDPR, per maggiori informazioni in merito al trattamento dei vostri dati, vi rimando qui: Privacy Policy, Privacy Policy di Google