mercoledì 7 novembre 2018

Sarah. Vita di Jessica Parker di Roberta Zeta

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli in questo giorno uggioso e freddo di novembre.
Oggi torno sul blog con la recensione di un picture book della collana Per Aspera ad Astra di Hop! di cui vi avevo già parlato in un welcome party.

Sto parlando di:

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, testo


Titolo: Sarah. Vita di Sarah Jessica Parker
Autore:  Roberta Zeta (con testa di Lorenza Tonani)
Pagine: 88 pagine (Copertina flessibile)
Data di uscita: 28 settembre 2018
Editore: Hop! 
Prezzo: € 18,00
Carrie Bradshaw, protagonista della serie TV "Sex and the City", ha regalato a Sarah Jessica Parker una notorietà planetaria e un destino non immaginabile, stando almeno alle premesse. C'era una volta, prima di Carrie, Sarah: una bambina intelligente e vivace, nata in Ohio, da una famiglia poverissima, ma convinta dell'importanza dell'arte nella vita di ogni persona. Nonostante un'infanzia da romanzo di Dickens, Sarah ha coltivato, con immensi sacrifici, la propria vocazione artistica e cominciato prestissimo a recitare in teatro e poi al cinema. Fino alla consacrazione in quel ruolo che l'ha resa notissima in tutto il mondo, in una delle serie TV che hanno cambiato il volto della televisione e per cui i suoi ruoli, non solo di protagonista ma anche di produttore esecutivo, sono stati fondamentali. Dopo la fortunata parentesi del serial, Sarah Jessica Parker, insieme alla carriera di attrice, porta avanti diversi progetti personali in ambito umanitario, culturale e imprenditoriale con l'equilibrio e la pacatezza che la contraddistinguono. C'è molto della bambina di Nelsonville nella Sarah di oggi: una donna intelligente, pragmatica e di grande cuore.


L'immagine può contenere: una o più persone e persone in piedi
Questa è una delle mie illustrazioni preferite


L'immagine può contenere: 4 persone

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono



Come succede ogni volta, i picture book della Hop mi stupiscono e mi emozionano.
Spesso dimentichiamo che dietro un grande personaggio, dietro la facciata da star, dietro i soldi e i bei vestiti e la fama e le paparazzate, ci sono delle persone con delle vite, un passato (spesso scomodo o triste), delle esperienze, cose che li hanno portati ad essere così come li vediamo.

E' il caso di Sarah Jessica Parker, destinata fin dall'infanzia a diventare QUALCUNO (si scritto in maiuscolo), e che nonostante le mille difficoltà che la vita le ha riservata, ce l'ha fatta.

Non conoscevo la storia della sua famiglia, dei suoi numerosissimi fratelli, molti dei quali con aspirazioni ed ambizioni artistiche, della povertà, dei buon pasto, delle bollette non pagate, delle lezioni di recitazione e le piccole parti a teatro.
Sono onesta, ho conosciuto SJP solo con Sex and the City (che a detta di uno stronzo che ho conosciuto anni fa: 'ha dato il permesso alle donne di comportarsi da troie'), e poi negli anni ho visto altri film (non mi picchiate ma ancora non ho mai visto per intero Hocus Pocus!), ma nulla le ha reso giustizia come il personaggio di Carrie.

Purtroppo però, quando ricopri un ruolo per così tanto tempo e con così tanto impatto sulla società, staccarsi l'etichetta di dosso è difficile (pensate agli attori di Harry Potter, se li vedete in altri film mica dite: 'toh daniel radcliff! uh Emma watson!', no, dite: 'oh ecco Potter! oppure Ua ma questa è Hermione!), anche se in realtà è stato proprio Sex and the city a consacrarla realmente nel mondo del piccolo schermo, dopo la fama già ottenuta con il teatro.

Le illustrazioni sono stupende, avevamo già ammirato il tratto di Roberta Zeta in Audrey, ma rendono omaggio alla Parker in maniera magistrale.
Colei che ha rotto tutti gli schemi e i canoni di bellezza tipici di Hollywood.

Sappiamo che Sarah non è bellissima, non nel modo tipico del termine, mi ha sempre ricordato Barbara Streisand per il naso importante, eppure nessuna riesce ad essere più stilosa di lei.
Ogni volta che la vedo indossare la bralette di intimissimi, mi vien voglia di affondare nel gelato.

Questo picture book insomma, ci permette di conoscere più a fondo una donna complessa, dedita alla beneficenza e alla diffusione della cultura, con una propria linea di scarpe (ne vorrei un paio anche io!), una donna forte ed indipendente, una leonessa forte che ci tiene alla propria famiglia e alla propria privacy.

Insomma un personaggio da ammirare e da approfondire grazie a questa biografia!

Sull'autrice:
Roberta Zeta

Casualmente laureata in legge, disegna da sempre e dal 2007 lavora come illustratrice per moda e magazine. Tra i suoi clienti figurano Harper Collins, Mondadori, Saatchi & Saatchi. Le sue illustrazioni sono state incluse dalla Triennale di Milano nel Nuovo vocabolario della moda italiana. Ha pubblicato libri per bambini e ragazzi con Kite Edizioni, Edizioni EL e con le case editrici francesi Pocket e Pocket Jeunesse. Per Hop! ha pubblicato il volume Audrey, per questa stessa collana. Collabora come content editor per Picame, web magazine impostosi come punto di riferimento per la visual art e l’illustrazione. La sua è una tecnica mista a matita su carta, acquerelli, disegno vettoriale e colore digitale.

Dunque, per oggi è tutto!


A risentirci nei prossimi post cari svampitelli miei.

Con amore,
Svamps.

Nessun commento:

Posta un commento

Blogger consente di commentare solo con le opzioni di commento anonimo e di commento con l'account Google. Chi commenta con account Blogger e Google + pubblica il link al proprio profilo. In ottemperanza al GDPR, per maggiori informazioni in merito al trattamento dei vostri dati, vi rimando qui: Privacy Policy, Privacy Policy di Google