sabato 26 maggio 2018

2ª Tappa Blogtour: Marina di Giulia Rosa

L'immagine può contenere: testo


Buongiorno e ben trovati svampitelli belli in questo sabato di fine maggio in cui c'è l'ARF festival a Roma a cui io non sono andata uffffff!
Oggi torno sul blog con un BT legato ad una collana di libri veramente interessanti.

Infatti Ohmacheansia ha il piacere di ospitare sul blog la seconda tappa del blogtour dedicato ad 'Marina' di Giulia Rosa.
(In uscita il 25 Maggio per Hop!Edizioni a € 18,00)
Questo è il sesto volume di una serie di picture books dedicate a grandi figure femminili del panorama artistico, che sia scrittura, musica, canto, pittura, moda, insomma di tutto!Pensata come linea all ages, è consigliata a partire dai 12 anni. 

Un evento organizzato in collaborazione con altri fantastici blogger di cui vi consiglio le tappe e che permetterà ad uno di voi di aggiudicarsi una copia del libro!
Innanzitutto di seguito troverete il calendario con tutte le tappe.



L'immagine può contenere: 1 persona, testo



La mia tappa prevede di parlarvi di alcuni degli eventi più peculiari della vita di Marina.
Vi dico solo che ho divorato il picture book in pochissimo e che alla fine avevo le lacrime agli occhi.
Credo che questo sia il secondo picture book più bello dopo quello della mia amata Virginia!


- 30 Novembre 1946: Marina Abramović nasce a Belgrado, città allora appartenente alla Jugoslavia retta da Josip Broz, meglio noto come il maresciallo Tito, da Danica (ex ricca, formalizzata comunista) e Vojin (comunista da sempre e povero in canna). Una storia tanto romantica quanto travagliata. 

Marina subisce (perché subire è il termine più adatto quanto inesatto a livello grammaticale) un'infanzia traumatica, dolorosa e fatta di ansie, che solo la scoperta dell'arte riesce a lenire.


"Un giorno, sdraiata sull’erba, vede alcuni aerei volare e lasciare laloro scia dopo il passaggio. Capisce allora di voler fare arte in mododiverso dalla pittura, usando qualsiasi cosa o non usando alcuna cosa,rendendo il processo artistico più importante del risultato. Passeràtempo prima che arrivi a concepire la performance come il propriopersonale modo di essere artista, ma Marina adolescente ha giàintuito quale sarà il suo percorso di libertà." (dal picture book)

- Gli anni post '68: in un clima di rivoluzione a livello politico, economico e sociale, Marina viene molto influenzata dai paesi in cui l'arte si sta evolvendo, soffiano venti di cambiamento ed insieme ad altri ragazzi, fonda il Gruppo 70 (in cui Marina inizierà a dare forma a quelle che poi saranno le sue future perfomances).

- 1971: Marina chiede a Nesla (uno dei ragazzi del Gruppo 70) di sposarla anche se in seguito avranno una vita veramente indecente (della serie che troppo poveri per affittare una casa, Marina vive con la madre e lui con la sua famiglia).

- 30 Novembre 1975: MARINA INCONTRA ULAY *_* (con cui condivide tutto, perfino il compleanno e la psicopatia di strappare dalle agende il foglio con la data del compleanno - chi si somiglia si piglia!)

Parliamoci chiaro, Ulay è stato il grande amore di Marina (che però era ancora sposata con Coso là, Nesta, o Tesla, o Nesla, insomma l'insignificante!).

Iniziano gli anni da nomade e di arte portata agli estremi (basti pensare alla perfomarce dell'arco teso e della freccia, tenuti uno da Ulay e uno da Marina, come a dire: metto la mia vita completamente nelle tue mani), di una vita da Amsterdam al Grande Deserto in Australia, fino ad arrivare in India, al primo fallimento e poi alla Grande Muraglia Cinese.

E poi gli anni dei tradimenti di Ulay, della fine del loro rapporto sia sul piano amoroso che lavorativo, e la depressione e la conseguente riscoperta di se stessa, passando per tutta una serie di performance che le permettono di scendere a patti con se stessa fino ad arrivare a The artist is present (di cui si trova il video su internet, lo avrete sicuramente visto!).

Insomma io ho cercato di dirvi le cose principali senza rivelarvi troppo perché mica posso raccontarvi tutto?
Poi che sfizio c'è a leggere?

Bene ragazzi, la tappa finisce qui.

Vi ricordo inoltre che il libro è in prevendita sul sito della casa editrice Hop Edizioni .
Qui troverete un'offerta davvero vantaggiosa: infatti acquistando il volume di Marina, potrete ricevere un libro omaggio tra quelli disponibili alla sezione outlet 50%!
Non vi alletta l'idea???



Dunque, per oggi è tutto!
A risentirci nei prossimi post cari svampitelli miei e non dimenticate di leggere e commentare tutte le tappe.

Con amore,
Svamps.