sabato 13 maggio 2017

3ª Tappa Blogtour: "MADONNA" di Sylvia K.





Buongiorno e ben trovati svampitelli belli in questo sabato particolarmente caldo.
Ritorno anche di weekend con un bel blogtour che da il via ad una collana di libri veramente interessanti.

Infatti Ohmacheansia ha il piacere di ospitare sul blog la terza tappa del blogtour dedicato a 'MADONNA' di Sylvia K., di cui vi avevo parlato già la settimana scorsa in un post anteprima molto dettagliato qui.
(In uscita il 18 Maggio per Hop!Edizioni a € 18,00)


Questo è il solo il primo di una serie di picture books dedicate a grandi figure femminili del panorama artistico, che sia scrittura, musica, canto, pittura, moda, insomma di tutto!Pensata come linea all ages, è consigliata a partire dai 12 anni. 



Un evento organizzato in collaborazione con altri fantastici blogger di cui vi consiglio le tappe e che permetterà ad uno di voi di aggiudicarsi una copia del libro!

Innanzitutto di seguito troverete il calendario con tutte le tappe.






La mia tappa prevede di parlarvi di una delle canzoni chiave nella carriera di Madonna, e cioè
Don't Cry for me Argentina

(Madonna come Eva Peròn)
Chi non conosce questa canzone?
Sia che siate dei fan dei musical e di Andrew Lloyd Weber o fan di Madonna, sarete sicuramente venuti a contatto con la melodia e la frase del ritornello, almeno una volta nella vita.

Ma partiamo dall'inizio:

Da Wikipedia:
Evita è un musical scritto da Tim Rice e Andrew Lloyd Webber, liberamente ispirato alla vita di Evita Perón, moglie del presidente argentino Juan Domingo Perón.Tra le canzoni più famose del musical, Don't Cry for Me, Argentina (Non piangere per me, Argentina) cantata da Evita, dal balcone della Casa Rosada il giorno della proclamazione dell'elezione a presidente (17 ottobre del 1945) del marito, al suo paese e alla sua gente, Oh What a Circus e High Flying Adored, nelle quali Che racconta con toni caustici la carriera di Eva, e Another Suitcase in Another Hall, originariamente cantata da Barbara Dickson nel disco originale, nelle successive versioni dall'amante di Peron.Dal musical è stato tratto il film Evita. (quello con Madonna per intenderci)

Nel 1996, Madonna ottenne il ruolo da protagonista nel film Evita. Dopo aver desiderato a lungo di interpretare la parte di Evita e aver addirittura scritto una lettera al regista Alan Parker per spiegargli tutti i motivi per cui lei sarebbe stata la scelta più indicata, riuscì ad avere la parte. Da lì iniziò a prendere lezioni per allenare la voce e migliorarne l'estensione; infatti arrivò a toccare note che non aveva mai esplorato nella sua carriera. Questo perché ovviamente, essendo un film ispirato ad un musical, ogni attore avrebbe dovuto cantare le proprie parti e dare il meglio di sé. Quindi è stato molto maturo ed intelligente da parte della nostra cantante, che appunto di mestiere faceva già la cantante, prendere lezioni per migliorarsi. 
L'addetta alle relazioni stampa di Madonna disse che fin dalla firma del contratto per il film, la pop star aveva mostrato interesse nella possibilità di registrare una versione dance del brano, visto che non avendone scritto musica o parole, volevo comunque dargli un'impronta 'madonniana'. 
Fu così che mentre si stava mixando la colonna sonora del film, Madonna assoldò Pablo Flores e Javier Gaza per il remix della canzone, che avrebbe dovuto avere un 'sabor latino' con una spruzzata di tango.

La canzone è stata rilasciata ufficialmente il 4 Febbraio 1997. 

Durante le riprese del film, Madonna scoprì di essere incinta della sua prima figlia e ciò comportò qualche problema di salute. Con la paura di sforzarsi troppo, ma col desiderio di dare il meglio di sé (come ha raccontato poi ad Ophrah Winfrey), sentiva di stare entrando davvero nella parte. Infatti dovendo riposarsi dopo ogni ripresa, la sua debolezza fisica le permetteva di essere in sintonia come quello che poteva aver provato Evita durante la malattia. (si ma che ansia però oh!)

Nonostante tutto, il film ottenne successo e buone critiche; Madonna lanciò ben tre singoli dall'album della colonna sonora del film, di cui uno vinse il premio Oscar per la miglior canzone originale, e la sua interpretazione le valse l'Oscar come miglior attrice protagonista.

Della canzone Don't cry for me Argentina, oltre a quella di Madonna, ci furono altre innumerevoli cover tra cui quella dei Carpenters, quella di  Sinead O'Connor e quella di Lea Michele e Chris Colfer nel telefilm Glee.


Madonna

Lea Michele e Chris Colfer - Glee

Carpenters


Sinead O'Connor


Le regole sono semplicissime: basta compilare il form rafflecopter qui sotto per partecipare:




Vi ricordo inoltre che il libro è in prevendita su siti come AmazonFumetto Online e su quello della casa editrice Hop Edizioni 
Qui troverete un'offerta davvero vantaggiosa: infatti acquistando il volume di Madonna, potrete ricevere una creazione originale dell’autrice e un libro omaggio tra quelli disponibili alla sezione outlet 50%!
Non vi alletta l'idea???

Dunque, per oggi è tutto!
A risentirci nei prossimi post cari svampitelli miei e non dimenticate di leggere e commentare tutte le tappe.

Con amore,
Svamps.

2 commenti:

  1. Don't cry for me argentina è una canzone stupenda, splendida. Immortale direi. Ricordo bene anche la versione di Glee ;)
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  2. Non ricordo di aver visto il film, ma la canzone è molto bella, molto intensa. A suo tempo presi il cd della colonna sonore del film....è da tanto che non lo ascolto, devo rimediare.
    ericalibrialcaffe@gmail.com

    RispondiElimina