mercoledì 23 novembre 2016

Make up e altri disastri o meglio il trucco ai tempi di Clio Makeup

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.
Oggi recupero un'altra recensione, ho latitato troppo ultimamente e devo mettermi in pari!
E decido di farlo con un libro che mi ha convinta a metà.

Sto parlando di...

 


[LA RECENSIONE E' SPOILER FREE]

TitoloMake up ed altri disastri
Autore: Elena Triolo
Pagine: 104 (Copertina flessibile)
Data di uscita: 3 Ottobre 2016 
Editore: Hop! E

Prezzo: € 12,00
Divertimento, passione o vera e propria dipendenza? Il make up è oggi una delle "attività" personali più creative e appaganti per molte donne che adorano essere aggiornate su tutto, proprio tutto, in fatto di nuance, texture, colori tendenza, blush, primer, gloss, bronzer, ciprie compatte, matite per sopracciglia. Elena Triolo, con l'ironia che contraddistingue il suo lavoro, fissa in vignette situazionali le tappe di una giornata da make up addicted, tra momenti di gratificazione assoluta e abissi di frustrazione profonda.
In principio fu Clio Makeup e poi con lei altre millemila beauty blogger e MUA che fecero del trucco e parrucco uno stile di vita.
Loro dovevano diffondere il verbo e lo fecero attraverso Iùttubbè... e noi imparammo cosa minchia fosse un primer o un illuminante o addirittura il contouring.

Ora con i mini video di Instagram, siamo invase da questo tipo di make up tutorial e più di una volta ci siamo trovati nella situazione di comprare qualcosa solo perché lo avevamo visto online o perché ha un packaging carino.

Si apre così questa raccolta di scenette di vita quotidiana vissuta da ogni donna, disegnata così accuratamente dalla magnifica Elena Triolo in arte Carote e Cannella.
Ho sempre amato il suo stile di disegno e le sue vignette e poterle sfogliare una dopo l'altra è stato bellissimo.

Ho divorato il libro in brevissimo tempo e l'ho fatto leggere anche a Matre e Cara Cognata che come me lo hanno apprezzato in quanto non c'è nulla di più vero delle vignette di Elena.

(Dal truccarsi con le dita perché anche oggi i pennelli li laviamo domani a Ommiddio guarda quel rossetto a forma di animaletto carino compriamolo a Che cazzo è una base di pelle fredda?)

Se siete delle makeup addicted e vi piacciono i bei disegni, questo libro deve essere vostro a tutti i costi!
Senza se e senza ma!

Io l'ho adorato e lo adorerete anche voi.

E voi? L'avete letto?
Siete delle maniache del trucco?
Comprate le cose solo per il loro packaging?

Per oggi è tutto, ci sentiamo alla prossima recensione!


Con amore,
Svamps.

3 commenti:

  1. Non l'ho letto ma non posso far altro che recuperare.
    Un po' di tempo fa ero in quella schiera di "brutte persone" ed ora ho una cassettiera invasa da cose che, probabilmente, non utilizzerò mai se non per trucchi di feste a tema.
    Un rossetto un po' borgogna, un rossetto un po' vinaccia, un rossetto un po' rosso scuro, la duochrome che se no come faccio senza sfumature...e alla fine esco con un burrocacao ed un po' di correttore.

    RispondiElimina
  2. Ahahaha che recensione assolutamente adorabile! Devo troppo regalare questo libro a una mia amica make up artist... giusto per farle vedere il mondo dal mio punto di vista, molto - ma molto - acqua e sapone! :D

    RispondiElimina