mercoledì 12 ottobre 2016

Non so chi sei ma IO sono qui o anche la recensione entusiasta di Simon vs the Homo Sapiens Agenda

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli in questo mercoledì uggioso.

Oggi vi parlo di un libro bellissimo, ve lo avevo già anticipato questo weekend, che ho potuto leggere grazie alla Mondadori.

Sto parlando di:


Non so chi sei, ma io sono qui di [Albertalli, Becky] 
[copertina italiana ed originale a confronto]



[LA RECENSIONE E' SPOILER- FREE]

Titolo: Non so chi sei ma IO sono qui
Titolo Originale: Simon VS the Homo Sapiens Agenda
Autore: Becky Albertalli
Pagine: 247 (Copertina rigida)
Data di uscita: 4 Ottobre 2016
Editore: Mondadori
Collana: I Grandi
Prezzo: € 17,00
Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un'intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un'email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che ora minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell'anno... a meno che Simon non l'aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero.

Innanzitutto ringraziamo SANTA MONDADORI per aver mantenuto la stessa copertina, perché sarebbe stato veramente difficile pensarne una altrettanto carina, ma soprattutto che rispecchiasse poi il romanzo.

Per quanto riguarda il titolo, quello originale prendo senso solo DOPO un determinato passaggio quasi a fine libro, e anche dopo averlo letto pensavo: si ok ma quindi? Che cazzo c'azzecca?

Ovviamente sarebbe stato difficile tradurlo in italiano e rendere il gioco di parole, ma diciamo che il nostro titolo è riuscito comunque a racchiudere il senso del romanzo.

Partiamo da quello che sappiamo di questa storia.
Simon, diciassettenne non troppo sfigato, è innamorato di Blu, ragazzo sconosciuto che tanto potrebbe essere un adolescente dolcino e premuroso, tanto potrebbe essere un fake o un pazzo assassino.

Per i primi capitoli, ero convintissima fosse un fake piuttosto che un pedofilo pazzo XD

La cosa brutta è che Simon è così piscione da connettersi dal pc della scuola per vedere se Blu gli ha risposto, e quando si allontana non fa il log out, così Martin, un suo compagno di scuola, fa gli screenshot alla conversazione e lo ricatta.

MA COMPLIMENTI!

Genio proprio Simon eh.
Fai di tutto per tenere la cosa nascosta epppppoi... mi cadi su 'sta cazzata!
LE basi diosanto LE BASI dello stalkeraggio XD

Connettersi in incognito, sloggarsi da tutto, cancellare la cronologia.
Ma devo insegnarti tutto?

Aniuei, Martin vuole quagliare con la figa della situazione che però ce lo vuole col migliore amico di Simon.
Quindi la situazione è complicata perché Simon è diviso tra la paura che Martin riveli tutto a tutti (facendogli perdere la dignità E Blu) e l'impossibilità di costringere Abby ad uscire con lui, perché su... come fai ad obbligare indirettamente una persona a farsene piacere un'altra?
E' impossibile e per quanto lui provi a buttare l'uno tra le braccia dell'altro, per tutta la narrazione, hai il sentore che lui non ci stia veramente provando.

Questo romanzo mi è piaciuto perché è ricco di cose non dette, di tutti quei pensieri che non riesci mai ad esternare, neanche con chi ti è più vicino, perché tutti ci siamo sentiti come Simon, a prescindere dalla difficoltà dell'essere omosessuale, tutti ci siamo sentiti soli o incompresi, oppure sopraffatti dalle attenzioni della famiglia o dalle beghe e gelosie delle comitive.

Tutti abbiamo sperimentato la difficoltà di far andare d'accordo tra loro diversi gruppi di amici, col risultato che spesso gli equilibri si rovinano e la gente prende a schifarsi.

E soprattutto per la prima volta in uno YA, e soprattutto uno YA a tema LGBT, si parla di sesso e di masturbazione!

Sia lode!

Allora non tutti i protagonisti adolescenti degli YA hanno un pesciolino morto tra le gambe!
C'è qualcuno che si sveglia con l'alzabandiera mentre sogna un fiume di milkshake ad Oreo!

Questa cosa mi rende felice perché se dobbiamo parlare di adolescenti, dobbiamo parlare anche di quelle parti oscure che sono le pulsioni, il continuo desiderio, il fatto che i maschi si eccitano anche se la brezza gli carezza il viso!

E' inutile nascondere la testa sotto la sabbia e descrivere primi baci da film senza accennare ai tentativi di palpatine, gli sguardi fissi nella scollatura, o i pensieri sconci notturni.

Inoltre mi è piaciuta la descrizione dell'ambiente familiare di Simon e delle sue sorelle, del rapporto che ha con i suoi genitori, ma anche con i suoi migliori amici e su come sia difficile cercare di non deluderli tutti.

E' una lettura divertente e scorrevole, e i deliri di Blu e Simon sono sagaci e molto flirtosi, vi giuro che guarderete gli Oreo con occhi diversi, e correrete ad ascoltare Elliott Smith.


Alla fine il giudizio che ho dato al romanzo è stato di QUATTRO STELLINE E MEZZO perché è stato una ventata di freschezza, perché il tema dell'internettò è sempre più un problema reale e tangibile, basti pensare a quanto chattiamo e condividiamo con estranei su tutti i social possibili ed immaginabili, e perché Simon è una persona coraggiosa circondato da persone che lo amano, e vorrei che tutte le persone omosessuali potessero sentirsi accettate senza la minima paura!

Voi lo avete letto?
Lo leggerete?
Fatemi sapere!

A risentirci nel prossimo post!


Con amore,
Svamps.

2 commenti:

  1. Mi ispira molto. Spero di leggerlo presto ;)

    RispondiElimina
  2. Evidentemente non hanno mai sentito parlare della navigazione anonima! xD
    Lo leggerò, ma con tutta probabilità in lingua originale!

    RispondiElimina