giovedì 1 settembre 2016

Melody - Out of my mind [Recensione super entusiasta di un libro così bello che non capisco perché non lo stiate leggendo SUBITO!]

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.
Oggi è primo settembre, un mese che odio personalmente e che ritengo il mio lunedì dell'anno.

Finiscono le vacanze, ricomincia il lavoro/lo studio, ci sono solitamente quei due o tre matrimoni che ti devastano il portafogli (già devastato dalle vacanze) ed inoltre, non avendo ricevuto neanche quest'anno la mia lettera di ammissione ad Hogwarts, non partirò dal binario 9 e 3/4.

Ora direte voi: Svamps perché mai ricominciare a scrivere proprio il primo settembre se t fa così schifo?
Beh perché mi sembrava un ottimo incoraggiamento iniziare questo mese bruttissimo, finalmente con una bella recensione, la quale riguarda una lettura fatta poco prima di partire per le vacanze ma che non ho mai scritto.
In pratica c'è un bel po' di roba da da recuperare, ma non temete, ce la faremo a smaltire tutte le letture!
*risata malefica in sottofondo*

Il libro di cui voglio parlarvi oggi è probabilmente uno dei più belli letti negli ultimi anni, e sicuramente va a collocarsi nella top 3 dei più belli letti in questi primi otto mesi del 2016 insieme a L'amore è una cosa meravigliosa e Girl Runner (entrambi editi Sonzogno che ho recensito qui qui).

Ve lo anticipo già, ho versato fiumi di lacrime per questo libro ma lo consiglio a tutti perché non è che è semplicemente bellissimo, è emozionante, intelligente, arguto, induce a riflettere.
So che non è la premessa perfetta per affrontare il primo settembre ma FIDATEVI DI ME!

Insomma, vi ricordate la mia recensione esaltata per Wonder di Palacio? (No? Eccovela qui.)
Beh, questo romanzo mi ha provocato quasi le stesse emozioni di Wonder, se non addirittura più forti!

Sto parlando di:


 
[copertina italiana ed originale a confronto]



[LA RECENSIONE E' SPOILER- FREE]

TitoloMelody
Titolo originale: Out of my mind  
Autore: Sharon M. Draper
Pagine: 249 (Copertina flessibile)
Data di uscita: 28 Gennaio 2016
Editore: Feltrinelli Editore
Collana: Feltrinelli Kids
Prezzo: € 13,00

Melody ha una memoria fotografica eccezionale. La sua mente è come una videocamera costantemente in modalità "registrazione". E non c'è il tasto "Cancella". È l'alunna più intelligente della scuola, ma nessuno lo sa. Quasi tutti - compresi i suoi insegnanti e i medici - ritengono che lei non abbia alcuna capacità di apprendimento, e fino a oggi le sue giornate a scuola sono state scandite da noiosissime ripetizioni dell'alfabeto. Cose da prima elementare. Se solo lei potesse parlare, se solo potesse dire che cosa pensa e che cosa sa... Ma non può. Perché Melody non può parlare. Non può camminare. Non può scrivere. Melody sente scoppiare la propria voce dentro la sua testa: questo bisogno di comunicare la farà impazzire, ne è certa. Finché un giorno non scopre qualcosa che le permetterà di esprimersi. Dopo undici anni, finalmente Melody avrà una voce. Però non tutti intorno a lei sono pronti per quello che dirà.



Come appunto dice la sinossi del romanzo, Melody è una bambina speciale anche se nessuno purtroppo lo sa.
I suoi genitori, soprattutto sua madre, credono tantissimo in lei e la elogiano, ma ovviamente tutti quelli che li circondano (medici compresi) smorzano sempre i loro entusiasmi e li mettono faccia a faccia con la nuda e cruda realtà.
Sua figlia ha un gravissimo ritardo mentale che non potrà risolversi mai.
Si metta l'anima in pace.
Adiè.

Così i genitori di Melody sono costretti a fare i conti con i disagi quotidiani che la sua disabilità comporta.
Le lunghe colazioni, i problemi per vestirsi, la noiosissima scuola in cui, in una classe di bambini con handicap diversi, Melody sente di impazzire.

Lei è intelligente.
Lei capisce!
Comprende e conosce le risposte a tutte le domande.
Eppure nessuno può sentire la sua voce.

E' stato così frustrante leggere di tutte le cose che mentalmente poteva fare Melody, e sapere allo stesso tempo che nessuno, tranne la sua adorabile vicina, si sforzava di vedere più in là del proprio naso.

Vi dico solo che stavo già piangendo a pagina venti.
La prosa con cui la Draper ci racconta di Melody attraverso la sua vocina interiore è qualcosa di magnifico.

C'è cura nella scelta delle parole, nell'articolazione delle frasi, di come è costruita la narrazione.
Il titolo originale, Out of my mind, con tanto di pesce rosso che esce dalla boccia, è il perfetto riassunto di come si sente la nostra bellissima bambina.

Se lei potesse, salterebbe fuori dalla boccia e salverebbe il pesciolino.
(questa la capirete solo durante la lettura!)

E mi è piaciuta tantissimo anche la scelta della copertina per l'Italia.
L'immagine rappresenta esattamente come ho immaginato Melody.
Chiusa nel suo mondo ovattato, come in una bolla d'acqua.
Conoscevo la raffigurazione perché è stata usata su Youtube per la canzone de Mogwai, Take me somewhere nice (che sto ascoltando proprio mentre sto scrivendo la recensione).
Se vi va, potete ascoltarla qui.

Ma non perdiamoci in quisquilie.
Dicevamo?

E' proprio quando Melody finalmente otterrà una voce che il mondo assisterà alla sua rinascita!
Anni di frustrazione e risentimento pronti ad essere spazzati via.

Ma sarà veramente così?
Riusciranno le persone ad andare nuovamente OLTRE l'aspetto di Melody, ma anche oltre la sua nuova 'voce'?
Verrà messa duramente alla prova e vi giuro che ci sono stati momenti in cui ero così triste ed arrabbiata che avrei voluto buttare il libro dalla finestra e rintanarmi in un angolino a piangere.
(Non c'è NESSUNA PROVA che io l'abbia fatto davvero eh).

Comunque basta, non vado oltre sennò vi racconto tutto e non voglio, perché non dovete perdervi neanche un'emozione di questo romanzo stupendo.
Colgo anche l'occasione per ringraziare il gentilissimo staff della redazione Feltrinelli che mi ha permesso di leggerlo in cambio di una mia onesta opinione e devo dire che più onesta di così... si può solo sclerare! XD 


Alla fine il voto che ho dato al romanzo è quello di CINQUE STELLINE, perché è una lettura perfetta per farsi un bel pianto se avete bisogno di sfogare, per emozionarsi, per riflettere, per gustarsi il piacere di un romanzo scritto per bene, per sognare, per arrabbiarsi, per provare un'altalena di emozioni che vi faranno desiderare di essere lì, al fianco di Melody, a difenderla a spada tratta da tutti.

Ma anche per farci un bell'esame di coscienza.
Per analizzarci e per chiederci: io al posto degli altri, cosa avrei fatto?

Insomma, leggetelo leggetelo leggetelo!
NON VOGLIO SENTIRE RAGIONI!

A risentirci nel prossimo post!


Con amore,
Svamps.

6 commenti:

  1. Svamps buondi' ops, non e' un buondi' e non sai quanto ti capisca! Mi avevi gia' convinta quando hai parlato del ritorno al lavoro ma quando hai menzionato i matrimoni che svuotano il pirtafogli mi hai stesa! Ah quanto e' vero! E per di piu' neanche ci voglio andare al matrimonio che mi attende, gia' piango disperata! Torturaa! Andiamo al libro meglio, non l'ho letto e neanche l'avevo messo in wl! Degenere me! Rimedio all'istante mettendolo in wl ed appena vado in libreria lo prendo ^_^ grazie per la recensione appassionata, e' straordinaria ❤️ Ci voleva oggi ^_^

    RispondiElimina
  2. Okay, devo decisamente recuperarlo! xD

    RispondiElimina
  3. L'ho messo in WL appena uscito, dovrò aspettare il momento giusto per leggerlo... adesso, con la mia mamma ricoverata, ancora non me la sento.

    RispondiElimina
  4. Lo metto subito in wishlist e poi la cover originale è bellissima!

    RispondiElimina
  5. D'accordo, d'accordo v.v me lo segno!

    RispondiElimina
  6. Ho la copia che era uscita tempo fa per un'altra casa editrice, ma non l'ho ancora letto.. in compenso stavo per comprare la nuova edizione feltrinelli (con quella copertina magnifica) però mi sono accorta in tempo che era lo stesso libro :D

    RispondiElimina