martedì 2 agosto 2016

Recensione: Notte di Marionette e Torte di Laini Taylor

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.
Oggi iniziamo la settimana e il mese di agosto con una recensione da recuperare.
(In realtà ne ho decine da recuperare, ma non temete, man mano ce la faremo a smaltirle tutte!)
*risata malefica in sottofondo*

Aniuei, oggi voglio parlarvi di una novella che ho avuto modo di leggere in anteprima (e recensire in super ritardo) grazie alla Fazi e alla LainYa.
Sto parlando di:




 
(copertina italiana ed originale a confronto)


[LA RECENSIONE E' SPOILER- FREE]

TitoloNotte di marionette e torte 
Titolo originale: Night of cake and puppets
Autore: Laini Taylor
Pagine: 48 (disponibile solo in ebook)
Data di uscita: 4 Luglio  2016
Editore: Fazi Editore
Collana: Lain Ya
Prezzo: € 0,99


In questa novella autoconclusiva di Laini Taylor, autrice della trilogia bestseller La chimera di Praga, prende vita la storia di un divertente e fantasioso primo appuntamento. Notte di marionette e torte racconta di una notte solo accennata nella trilogia: il magico primo appuntamento tra Zuzana e Mik, due personaggi amatissimi dai fan. Narrata da prospettive alternate, è la storia d’amore perfetta per i fan della serie ma anche per chi non ha ancora letto la trilogia. Per quanto piccola, Zuzana è tutt’altro che timida. La sua migliore amica, Karou, la chiama “fata rabbiosa”, si dice che i suoi “occhi vodoo” gelino il sangue e persino il fratello maggiore teme la sua ira. Ma quando si tratta di parlare con Mik, o “il ragazzo violinista”, il coraggio l’abbandona. Ma ora basta, quando è troppo è troppo. Zuzana è determinata a incontrarlo, accompagnata dalla sua magia e da un ingegnoso piano. È una caccia al tesoro meravigliosamente elaborata che porterà Mik in giro per tutta Praga in una fredda notte d’inverno prima di arrivare al tesoro: Zuzana! 

Vi lascio anche una delle mie citazioni preferite! (Realizzata da Glinda di Atelier dei libri per il release party)






In questa novella veniamo a conoscenza di tutto ciò che la piccola e pazza Zuzana ha architettato, tramite una collana di scuppies datale da Karou, per conquistare il timido ma fascinoso Mik.
La nostra piccola fata idrofoba, di cui tutti, perfino il fratello maggiore, hanno paura, ci racconta della sua infanzia e della sua famiglia di burattinai, compresa la storia di un inquietantissimo burattino tenuto in una teca di vetro che... MORDE!, per poi giungere alla perfetta caccia al tesoro il cui premio finale per il nostro timido violinista è proprio LEI!

E così ci avventuriamo per le strade di Praga in una gelida notte di inverno in cui tutto può succedere, in cui le cose che abbiamo sempre immaginato diventano reali, in cui tutte le storie che ci hanno raccontato diventano fatti veramente accaduti, dove ex improbabili rispuntano fuori, dove la tua migliore amica è persa tra l'India e il Pakistan, dove i burattini prendono vita e il té si prende all'aperto.

Insomma, Zuzana è un fiume in piena, racconta tutto ciò che pensa, tutto ciò che vede e succede quasi come in uno stream of consciousness, facendoci ridere per tutte le scemenze che dice e che a volte pensiamo anche noi.

Devo ammettere che nonostante io non sia per niente fan delle novelle in generale, questa mi è piaciuta davvero molto, soprattutto perché sia Mik che Zuzana erano e sono due dei miei personaggi preferiti della saga, quindi mi interessava davvero leggere di loro due.

Il punto di vista del racconto si alterna, così abbiamo modo di sapere cosa passa nella testa di entrambi soprattutto a mano a mano che la caccia al tesoro prosegue.
Zuzana è una specie di pazza stalker con l'ansia e perennemente incazzata, Mik è un tenerello svampitello che non capirebbe un segnale neanche se questo gli ballasse nudo con un copri teiere in testa (cogliere la citazione pregoooooo).

Quindi non potete fare altro che leggerla e farvi catturare dalla magia del loro primo incontro, e poi potrete lanciarvi nella lettura di Sogni di mostri e divinità. cioè il terzo e ultimo capitolo della saga.
Proprio come farò io!

La leggerete?
L'avete già letta?
Fatemelo sapere nei commenti.

A risentirci nel prossimo post!
Spero che tutto vi vada bene in queste vacanze.

Con amore,
Svamps.

1 commento:

  1. il titolo è splendido...non mi sembra propriamente il mio genere ma mi cimenterò

    RispondiElimina