martedì 29 marzo 2016

Rip - Recensioni in Pillole #32

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli!
Here I am again con una nuova recensione in pillole. (anche se è martedì)

Per chi fosse nuovo:

"Eccoci qua di nuovo, di venerdì con la nostra adorata rubrica delle recensioni in pillole, per chi come me e voi, nel pieno del weekend, si scoccia di leggere post uberlunghi sugli ultimi libri che ho letto."
[Intro base della rubrica]

Ora permettetemi di fare una piccola premessa.
Sto praticamente fremendo dalla voglia di leggere Lady Midnight, ma mi hanno gentilmente informata che 'se non leggi i racconti dell'accademia ti spoileri il mondo poi a leggere Lady Midnight e ciccia'.


E quindi ciccia, mi sono messa a leggere i racconti dell'Accademia.
Indi per cui bando alle ciance e ciancio alle bande che oggi vi parlo di:


- L'Herondale scomparso (Tales from the Shadowhunter Academy #2) di Cassandra Clare

25439404

In questo secondo racconto del libro troviamo Simon alle prese con i problemi derivanti dall'essere un Mondano in mezzo a degli Shadowhunters invasati, con un passato da eroe e zero ricordi.


Questa recensione sarà ancor più breve della precedente, perché si accenna alla storia di Tobias Herondale, disertore e traditore, macchiatosi del più terribile dei crimini: LA CODARDIA.

A parlarcene meglio però è Catarina Loss (di cui proprio non riesco a ricordare nessuna cosa in particolare né che ruolo abbia avuto nella saga me tapina!) la quale confessa a Simon di aver salvato il bambino di Tobias, di averlo spedito in America e che lui è l'ultimo Herondale e manco lo sa! ZAN ZAN.

'Ma quindi lei mi sta dicendo che in giro per l'America potrebbero esserci tantissimi pseudo Herondale?'

E poi arriva Clary la simpaticona, che salta sul letto di Simon e vuole pariare un po' e finiscono a fare i ciccipicci amici di una vita.

E BASTA.

La novella finisce qui.
No... ma che? DAVVERO?




Il giudizio è di DUE STELLINE E MEZZO perché è stata una novella totalmente inutile tranne per la confessione arripizzata di Catarina, ma per il resto SOLO PIAGNISTEI DI SIMON LEWIS.

Il quale già era una palla al piede in The Mortal Instruments, nonostante la fase vampirodemoniaca, ma mò che è tornato uno sfigato, madonna santa, e che rottura di coglioni!

Bene, la recensione finisce qui anche se non è  stata per niente clemente.Mi seguirete anche negli altri racconti?
Spero di si!


Per questo post è tutto.
A risentirci nella prossima Rip. 


Con un amore,
Svamps.

1 commento:

  1. Muahhaahah più Herondale per tutti :D <3
    Per quanto riguarda Simon e Clary ciccipicci (XD) non ti dico niente, che già sorvolando sulle novelle e fiondandomi su Signora della mezzanotte mi sono fatta un certo spoiler v.v

    RispondiElimina