lunedì 8 febbraio 2016

La chimera di Praga di Laini Taylor [Recensione entusiasta di Daughter of Smoke and Bone]

Arisalve svampitelli belli!
Eccomi qui di nuovo, dopo la lista delle 10 cose che mancano nei film di Harry Potter (è il post precedente a questo se vi va di leggerlo), con una nuova recensione.

Ma prima di iniziare... 
Come ve la passate oggi?
Io così e così, lo studio diventa frenetico, queste due settimane saranno molto intense a livelo letture/blog e spero di riuscire a stare dietro a tutti.

Ma non cincischiamo!

Il libro di cui voglio parlarvi oggi, anche se in maniera del tutto spoiler free, è un romanzo uscito da un bel po' in Italia ma che giovedì vedrà una sorta di ri-uscita con una nuova veste.

Sto parlando di:



 chimera di praga 
[copertina italiana ed originale a confronto]


[vecchia copertina italiana]


[LA RECENSIONE E' SPOILER-FREE!!!]

TitoloLa chimera di Praga
Titolo Originale: Daughter of Smoke and Bone
Autore: Laini Taylor
Pagine: 400 (Copertina rigida)
Data di uscita: 29 ottobre 2015
Editore: Fazi Editore
Collana: Lain YA
Prezzo: € 14,50
Karou ha diciassette anni, è una studentessa d’arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un’intrigante filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale.
Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l’esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz’anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell’aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell’immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua “famiglia”, Karou si scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita.

Partiamo con il consueto raffronto titolo/copertine.
Della versione originale ci sono molte copertine, e sicuramente quelle più famose sono quelle con le facce in copertina. Precisamente queste:


Non ne sono particolarmente fan e così ho scelto quelle che mi piacciono di più e che io vorrei comprare per me.


Sono nella mia wishlist di amazon, nel caso vogliate regalarmele!
Aniuei torniamo a noi!

La copertina iniziale che aveva scelto la Fazi mi aveva convinta per 3/4 e anche perché era la trasposizione che avevano scelto praticamente tutti gli altri paesi, e cioè la ragazza coi capelli blu e qualche scorcio di Praga.
Neanche il titolo mi dispiaceva, nonostante fosse molto significativo quello originale 'Figlia di ossa e fumo'. Però mi rendo conto che non avrebbe reso in pieno tradotto così.

La nuova copertina Fazi è molto minimal, molto basic. E ci piace lo stesso. Ha scelto come colore dominatore l'azzurro (dei capelli di Karou) e una piuma lieve e delicata.

Ma concentriamoci sulla recensione vera e propria!

Come avrete letto dalla trama, Karou è una ragazza bella e molto particolare, alta, flessuosa, con una chioma blu naturale, tatuata dalla testa ai piedi, parla fluentemente tutte le lingue del mondo e spesso scompare per delle 'commissioni' misteriose.
Nessuno sa cosa faccia e dove scompaia.

Karou ha una doppia vita. E' una diligente studentessa della scuola d'arte, ha una migliore amica dolcissima ma allo stesso tempo una ciccia tosta, che è Zuzana, una specie di folletto piccolo con la passione per la danza classica ed una cotta per un violinista, con cui dividere sempre una cioccolata calda ed un goulash avvelenato al Poison Kitchen, ha un ex fidanzato borioso ed appiccicoso che ancora le rompe le balle, di nome Kaz e d affettuosamente soprannominato Kaz-zone XD

Però quando 'il dovere' chiama Karou scompare per giorni, viaggia viaggia e viaggia. Hong Kong, Marrakesh, l'America.
Va e viene, senza sosta.
E nonostante abbia un carinissimo appartamento in una tipica viuzza praghese, la nostra insospettabile protagonista torna sempre in un luogo.
Un luogo oscuro popolato da mostri così terrificanti che puoi trovarli solo nei tuoi incubi peggiori ... o nell'album da disegno di Karou.
Perché tutte le storie sono vere (lo dice anche il tatuaggio sui suoi polsi. TRUE STORY), e i mostri ESISTONO.

Allevata da un branco di chimere maleassortite dalla fattezze più bizzarre e mostruose mai viste, Karou è la figlia adottiva di Sulphurus (e cari Fazi ve lo dico, ma Brimstone non era meglio col suo nome originale? - sarà che a me Sulphurs ricorda Sulfureo, odioso personaggio della saga della Guerra degli Elfi di Herbie Brennan!), il Mercante dei Desideri. E' proprio per lui che Karou è sempre in giro a caccia di denti, materiale importantissimo per il lavoro di Brimstone. 
Comunque vi annuncio che vi innamorerete di Issa, Twiga, Yasri (le altre chimere) e Kishmish (il corvo sentinella/messaggero di Brimstone - scusate ma non mi viene di chiamarlo Sulphurus!).

Spesso Karou chiede a Brimstone lei da dove venga e lui le risponde sempre vagamente, ricordandole solo che il suo nome significa 'speranza'.
E allora perché i tatuaggi sui palmi?
Perché non ricorda nulla?
E cosa sono quelle impronte nere di mano che si trovano accanto a tutti i portali tra i vari mondi?

Qualcosa bolle in pentola e Karou è decisa a scoprirlo.
Salvo poi scontrarsi con qualcuno di molto poco consono.

E' in quel momento che fa la sua comparsa Akiva, con il fuoco negli occhi, e i suoi due fratelli Hazael e Liraz (praticamente questi sono il Jace, l'Alec e la Isabelle della situazione... giusto per farvi capire!)

Sono Serafini, angeli del cielo e reclamano vendetta contro Karou!
Che ovviamente pensa: ma chi vi conosce? Abbiamo mai mangiato nello stesso piatto? Non mi pare!

Non voglio dirvi altro, se non l'introduzione del romanzo:

Tanto tempo fa, un angelo e un diavolo si innamorarono. non finì bene.


Alla fine il voto che ho dato al romanzo è stato quello di QUATTRO STELLINE perché non mi aspettavo che mi sarebbe piaciuto così tanto e invece mi ha tenuta incollata alla pagine.
Se tralasciamo per un momento che FINALMENTE ABBIAMO UNA PROTAGONISTA TOSTA E FIGA CHE NON HA PAURA DI ESSERLO E NON INCIAMPA NELL'ARIA FRITTA!, mi è piaciuta l'ambientazione Praga/Marrakesh, le figure degli angeli caduti come Razgut, di cui c'è solo da aver paura, la caratterizzazione psicologica delle chimere che hanno cresciuto un neonato/una bambina/un'adolescente, e si comportano sia da mostri che da mamme/padri apprensivi, mi è piaciuta Zuzana e tutti quei piccoli dettagli di contorno che lo rendono un buon libro, una storia convincente, ed uno YA fantasy con bel fantasy e pochi drammi da YA.


Vi lascio anche l'immagina di una bambola creata da Nataloons, che dovrebbe raffigurare Karou

[solo con meno rossetto e meno creepy]


Nei prossimi giorni vi proporrò anche la recensione del secondo volume, e aspetteremo insieme il terzo.
Vi va? 

E voi?
Lo avete letto?
Lo leggerete? o rileggerete?

Bene svampitelli, per questa recensione è tutto!
A risentirci nel prossimo post.

Con amore,
Svamps.

6 commenti:

  1. Anni fa, l'ho troppo amato.
    Non vedo l'ora di leggere il secondo ed il terzo. Se mi sfugge qualcosa, ti chiedo un riassunto, eh. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il secondo esce giovedì in libreria e sto appunto scrivendone la recensione anche se ti anticipo già che non mi è piaciuto tanto quanto il primo! :(
      Aniuei Karou è una eroina coi controcoglioni! L'ho sempre considerata alla stessa stregua di una spacciatrice però XD

      Elimina
  2. Uuuuh mi ispira!! L'avevo sentito nominare diverse volte ma non me ne ero mai interessata davvero.. Direi che finisce in wishlist! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. merita molto! Mi è piaciuto tantissimo *_*

      Elimina
  3. Io confido che prima o poi la Lain YA me la farà finire sta benedetta saga della Laini, sono anni che aspetto di sapere che fine faranno Karou e Akiva :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo bene! Anche io sono curiosa di sapere come va a finire!

      Elimina