venerdì 22 gennaio 2016

Rip - Recensioni in Pillole #30

Ari salve dolci svampitelli! 
Ci ritroviamo anche di venerdì con la nostra rubrica delle Recensioni in Pillole.

Martedì ci eravamo lasciati con la quinta e penultima parte della recensione del romanzo di Wilkie Collins, La donna in bianco, edito da Fazi Editori.

Potete trovare qui la parte 1la parte 2la parte 3, la parte 4. e la parte 5.

Quindi bando alle ciance e ciancio alle bande che oggi vi parlo di:

La donna in bianco - Libro Sesto di Wilkie Collins

18302418


In questa ultima parte finalmente i nostri tre eroi OTTENGONO GIUSTIZIA!

Le ultime cento pagine di racconto ci vengono presentate sempre da Walter Hartright, ormai sempre più deciso a far punire i colpevoli di quanto sua moglie ha dovuto subire.

E' inframmezzato da una ulteriore testimonianza del Conto Fosco (si, ci sta ancora tra i piedi, ma non temete, non sarà per molto!).
Questa parte che dovrebbe essere una specie di rivelazione, in realtà è un mero esercizio di scrittura e nulla di nuovo ci è dato da sapere se non qualche piccolo dettaglio.


Si termina di nuovo con le ultime considerazioni di Walter.

Questa ultima parte è stata l'apoteosi di un romanzo, la cui qualità è andata crescendo.
Ci sono delle piccole cose che mi hanno fatto storcere il naso, ma l'adozione della filosofia di vita 'Gesùcrist è lungariell ma nun è scurdariell' (che potremmo riassumere con: Chi semina vento, raccoglie tempesta) è stata abbastanza sensata.

Alla fine giustizia è fatta, e otteniamo quel lieto fine che tanto abbiamo agognato, ma che quasi non ci speravamo più.

Il giudizio, alle fine, è di QUATTRO STELLINE e ovviamente a fine romanzo, farò la media di tutti i voti ed una sorta di recensione riassuntiva. (che potrebbe essere video)



Per questo post è tutto.
A risentirci nella prossima Rip. 


Con un amore, tutto in bianco
Svamps.

Nessun commento:

Posta un commento