mercoledì 4 novembre 2015

Until I Die di Amy Plum o anche vai Kate! COMBATTIMI!

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli!

Oggi vi parlo del seguito del romanzo recensito ieri, ed inviatomi dalla De Agostini.

Colgo l'occasione per ringraziare la CE ed il suo staff gentilissimo e mi scuso se queste due recensioni non sono arrivate subito ma ho avuto un orrido blocco del lettore!

Sto parlando di:

 
[copertina italiana ed originale a confronto]


[STATE ATTENTI AD EVENTUALI INVOLONTARI SPOILER!]

TitoloUntil I Die
Titolo Originale: Until I Die
Autore: Amy Plum
Pagine: 411 (Copertina rigida)
Data di uscita: 6 Ottobre 2015 
Editore: De Agostini
Collana: Le Gemme

Prezzo: € 14,90
Ero destinata a innamorarmi di Parigi. Fin dal primo momento in cui ho messo piede in questa città incantata, ho capito che tutto sarebbe cambiato. Che avrei perso il mio cuore. E così è stato perché ho incontrato Vincent. Vincent è il ragazzo che tutte vorrebbero. Bello, gentile, affascinante. E immortale. So che innamorarsi di una creatura soprannaturale può sembrare una follia, ma non mi importa. Ho deciso di mettere a tacere la ragione e seguire il mio cuore. Di rischiare tutto, anche la vita, per restare al fianco del ragazzo che amo. Lui ha giurato di proteggermi, da se stesso e dai suoi nemici. Ha anche promesso di resistere alla sua natura per tenermi al sicuro, e sono certa che lo farà. Io però non resterò a guardare seduta in un angolo mentre un destino più grande di noi tenterà di dividerci. Sarò pronta a tutto pur di difendere il nostro amore. A tutto.

Partiamo dal raffronto titolo/copertine.
Che dire?
Anche per questo volume tutto fedele. Tutto perfetto.
Grazie DeA.
Tu si che sai darmi soddisfazioni!


Potrebbero esserci degli spoiler sparsi per la recensione ergo WATCH OUT!




A differenza di Twilight, in questo secondo volume troviamo finalmente una protagonista che si mette in moto e capisce che se vuole stare appresso ai Revenant, deve darsi da fare ed imparare a difendersi.
Si, perché al pari di Bella Swan, di Clary Fray/Morgenstern/Fairchild (insomma avete capito), di Elena Gilbert (meglio note ai fan del mio blog come Il trittico delle donne più inutili e forchettenelbrodo della letteratura adolescenziale e YA lit), tutti vogliono accopparla, quindi tanto vale imparare a usare la spada!


Quindi punto per Kate!
E bravi ai suoi maestri che hanno visto del potenziale in lei, e piuttosto che tenersela a casa a bere e mangiare (e sbaciucchiarsi con Vincent) l'hanno messa a combattere!

C'è stato un punto in cui ho annotato sul mio taccuino delle recensioni: "Siamo oltre le cento pagine e ancora non si è capito sto cazz' di romanzo dove vuole andare a parare."
Ad oggi, alla fine della lettura posso dire... A NESSUNA PARTE!

Non fraintendetemi, l'azione finalmente C'E'!!!! Ma solo nelle ultime cinquanta pagine, e francamente è una cosa che mi sta un po' stancando negli YA.
Un intero libro di NIENTE ASSOLUTO, di lovelove e puccipucci, di 'vorreichefossiconquiconme' - 'voglioapprofondireilnostrorapportomahopauradismollartela' - 'stringimipiùfortepasserottononadareviaaaaa', di intrighi e tradimenti che in realtà non sono palesati in modo da attirare la tua attenzione e insospettirti (come si farebbe in un libro normale) e che quindi escono in mezzo solo nelle ultimi venti pagine facendoti chiedere: "E per tutto il libro che cazz' ho letto allora?"


Cioè alla fine non ho mai sospettato del cattivo di turno, ma neanche del personaggio che viene indicato da tutti come cattivo di turno, semplicemente perché non c'è tutta questa atmosfera di suspance.

Anzi.
Ho trovato il tutto incredibilmente scialbo.

Il finale è decisamente cliffhanger ed è lui da solo a salvare l'intero romanzo a cui ho dato come giudizio finale quello di TRE STELLINE piene, anche perché adesso sono curiosissima di sapere cosa si inventerà la Plum!

E sono più che mai curiosa di sapere chi è il vero Campione, perché ... sarebbe veramente troppo scontato se fosse Vincent! (che continuo a immaginarmi come Vincent di Beauty and the Beast! Ma che fregno da paura!)
Ma effettivamente potrebbe essere davvero lui e allora che tragedia!


Di interessante c'è un bel matrimonio Revenant, una povera Charlotte che si strugge d'amore per uno che non se la piscia,  la mitica sorella di Kate, Georgia che se non si ostinasse a chiamarla 'cucciolotta' avrebbe il mio pieno appoggio in tutto quello che fa, e di negativo c'è decisamente il rapporto amoroso Kate/Vincent che è sempre più vomitevole!

Mi dispiace se a voi il libro è piaciuto tanto ma per me è un bel grosso NI!

Per questa recensione è tutto.
La chiudo qui e a
 risentirci nel prossimo post!

Con amore,
Svamps.

Nessun commento:

Posta un commento