venerdì 4 settembre 2015

I sei volti dell'amore anche se io non c'ho mica capito niente... [Recensione perplessa del romanzo The Look of Love di Sarah Jio]

Buon pomeriggio e ben trovati svampitelli belli!
Siete pronti per una nuova recensione?

Per tutte le fan di Colleen Hoover la fuori ho un annuncio!

HO LETTO UN ALTRO SUO LIBRO!!!!


Dopo il colpo di fulmine con Ugly Love che ho recensito ieri e di cui potete leggere qui, avevo subito attaccato con Maybe Someday che mi era stata consigliato sia da Elisa Gioia, che da Devil, che da qualcun altro (non ricordo chi... palesatevi!).


Preparatevi perché ho un po' di cosucce da dire....

Quindi, oggi parliamo di:

 
[Copertina italiana ed originale a confronto]




[E STATE ATTENTI AI POSSIBILI INVOLONTARI SPOILER!!!]

Titolo: I sei volti dell'amore
Titolo originale: The look of Love
Autore: Sarah Jio
Pagine: 303 (Copertina rigida)
Data di uscita: 7 Maggio 2015
Editore: Nord
Collana: Narrativa Nord
Prezzo: € 16,60

Jane Williams non ha dubbi: tanto i fiori sono semplici e diretti - le rose rosa servono per chiedere perdono, quelle rosse per mettersi in mostra, le glossinie per indicare l'amore a prima vista - quanto le persone sono complicate e inaffidabili. Così, mentre il suo negozio è aperto a chiunque voglia mandare il messaggio giusto, il suo cuore è chiuso e impenetrabile. Troppi sbagli, troppo dolore, troppi rimpianti. In più, da qualche tempo, Jane è inquieta: di tanto in tanto la vista le si offusca e lei cade in preda a violenti emicranie. Un mistero, dicono i medici, incapaci di individuare l'origine di quei malesseri... Poi, nel giorno del suo ventinovesimo compleanno, una donna si presenta nel negozio di Jane; sostiene di conoscerla dal giorno in cui è nata e che quei disturbi non sono affatto sintomi di una malattia, bensì la manifestazione di un dono straordinario: la capacità di "vedere" l'amore, quello puro e sincero. Un dono che Jane rischia tuttavia di pagare a caro prezzo: prima che il sole tramonti sul suo trentesimo compleanno, infatti, lei dovrà individuare le sei diverse forme di amore che danno senso alla vita di tutti gli esseri umani. Altrimenti non vedrà mai il volto della sua anima gemella...


Partiamo dal solito raffronto titolo/copertine.
Questa volta non ho niente da dire, perché per quanto mi piacciono gli originali, questa volta in casa Italia abbiamo saputo rendere bello anche il nostro titolo e la nostra copertina.
La copertina è qualcosa di stupendo, di delicato, molto simile a Guida Astrologica per cuori infranti di Silvia Zucca, sempre edito da Editrice Nord.

Per quanto riguarda il libro invece, sono rimasta abbastanza delusa svampitelli.
Sono stata molto combattuta mentre leggevo...
Lucrezia mi ha aveva avvisato che il libro era un po' sottotono, ma non pensavo che fosse banalmente mediocre!


Il fatto è che l'idea di base era molto interessante... cioè quella di VEDERE fisicamente l'amore tra due persone, ma il racconto che ne deriva è confusionario e sviluppato male.

Ogni capitolo cambia il punto di vista in base al personaggio e non te ne accorgi fino a che non capisci chi è che sta parlando.
Mettere il nome della persona in cima al capitolo era così difficile?
Non mi aiuta se metti l'indirizzo di dove si trova la persona come intestazione.
Lo trovo inutile.

Le storie d'amore descritte sono blande e banali, alcune con delle conclusioni assurde, così tanto per creare il colpo di scena... (che non c'è.)
Insomma, dopo aver amato Il diario di velluto cremisi, speravo di bissare con questo romanzo, ma tutto dall'inizio alla fine mi è sembrato scialbo, poco curato e in alcuni punti fin troppo prevedibile.

Magari dovrei scendere nei dettagli e raccontarvi tutto, ma la realtà è che il problema sta nello stile, nella stesura del romanzo, nella trama non sviluppata appieno ma solamente abbozzata.

Quindi non c'è bisogno di spoilerarvi il libro per dirvi che lo sconsiglio.

Alla fine il mio giudizio su questo libro è quello di DUE STELLINE e mi è molto dispiaciuto dargli un punteggio così basso ma diosantissimo mi ha annoiata a morte!

E voi?
Cosa ne pensate?
Lo avete letto?


Per questa recensione è tutto.

Adié mon svampité.

Con amore,
Svamps.

2 commenti:

  1. ahaha scusa se rido ma concordo in tutto XD
    Anche a me era piaciuto tanto Il diario velluto cremisi e invece qui... che delusioneeeeeeeeeeeeeee!
    Però la cover resta bella comunque u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia risposta non si è mai pubblicata alleluja! comunque cover stupenda, me ne sono innamorata <3 le cover ci rovineranno!

      Elimina