mercoledì 2 settembre 2015

Caldo come il FUOCO! - che con queste temperature non fa altro che infiammarci ancora di più. [Recensione del mio primo romanzo della Armentrout]

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli!
Siete pronti per una nuova recensione?

Vi starete chiedendo: oh Svamps ma quanto leggi?
In realtà devo confessarvi che sto smaltendo i libri letti in vacanza, di cui mi sono appuntata pregi e difetti in attesa poi di tornare a casa e scrivervi tutto!

Oggi parliamo di un libro che tra i fan della Armentrout ha riscosso grande successo.
La Armentrout è un'autrice altamente prolifica, ha all'attivo un bel po' di saghe e standalone, e non contenta pubblica anche NA con lo pseudonimo di J.Lynn.

Di suo non ho mai letto niente perché quel poco che sapevo di lei l'ho appreso da Ilenia Zodiaco del blog Con Amore e Squallore.
La conoscerete sicuramente tutti.

E conoscerete anche i suoi video sul #LibrodiMerda (beh se non li conoscete, è giunto per voi il momento di farlo!).
Uno dei video sul libro di merda riguardava proprio un libro della Armentrout e ne rimasi così schifata che decisi non avrei mai letto nulla di questa scrittrice. 
(Il video in questione è questo qui)

E diciamo che uno dei video di merda riguardava Shatter Me (di cui lo so!, ancora non vi ho postato la recensione, ma lo farò appena mi sentirò ispirata) e aveva perfettamente ragione perché Shatter Me è veramente un libro di merda.

Aniuei siccome la Harlequin lo pubblicizzava molto e a me le campagne pubblicitarie della Harlequin piacciono tantissimo, mi sono fatta anima e coraggio e ho iniziato a leggere il primo romanzo della saga più recente, di cui anche DEVIL secoli fa aveva fatto una recensione.

Sto parlando di:

[Copertina italiana ed originale a confronto]




[E STATE ATTENTI AI POSSIBILI INVOLONTARI SPOILER!!!]

Titolo: Caldo come il fuoco
Titolo originale: White Hot Kiss
Autore: J.L.Armentrout
Pagine: 400 (Copertina flessibile)
Data di uscita: 14 Aprile 2015
Editore: Harlequin Mondadori
Collana: hm
Prezzo: € 14,90

Metà demone e metà gargoyle, Layla ha poteri che nessun altro possiede e per questo i Guardiani, la razza incaricata di difendere l'umanità dalle creature infernali, l'hanno accolta tra loro pur diffidando della sua vera natura. Ma la cosa peggiore, un'autentica condanna, è che le basta un bacio per uccidere qualunque creatura abbia un'anima. Compreso Zayne, il ragazzo con cui è cresciuta e di cui è innamorata da sempre. Poi nella sua vita compare Roth, e all'improvviso tutto cambia. Bello, sexy, trasgressivo, è un demone come lei, e non avendo anima potrebbe baciarlo senza fargli alcun male. Layla sa che dovrebbe stargli lontana, che frequentarlo potrebbe essere molto pericoloso. Ma quando scopre fino a che punto, tutto a un tratto baciarlo sembra ben poca cosa in confronto alla minaccia che incombe sul mondo.


Partiamo dal solito raffronto titolo/copertine.
Copertina rimasta del tutto invariata (GRAZIE HARLEQUIN!) e titolo tradotto ma abbastanza giusto, seducente quel tanto da invogliare le donne a comprarlo facendo immaginare sedute bollenti di sesso sfrenato.... e invece no!
Questo è un urban fantasy donne!
Non un romanzo erotico, perciò pussate via!

Per quanto riguarda il libro...
Se siete di quelli a cui manca da morire Shadowhunters, questo libro fa per voi.
Non c'è tantissima azione quanto in Shadowhunters ma lo stile urban fantasy è molto simile.
Angeli, demoni, GARGOYLE (che credo siano l'unica figura a non esser stata ancora utilizzata nei romanzi! - come giustamente mi faceva notare DEVIL, riesco a pensare solo ai tre Gargoyle del Gobbo di Notre Dame - dio la vecchietta quanto la amavo!), il BOSS del piano di sotto (che si, se ve lo state chiedendo, sarebbe Satana/Lucifero/Mefistotele) e gli Alpha del piano di sopra (i temibili angeli vendicatori del cielo - si parla sempre e solo di loro e mai UN DIO... questa non me la spiego, ma boooh!)

Abbiamo tre protagonisti principali: Layla, Zayne e Roth.
Layla Shadow, mezzo Gargoyle e mezzo demone (che per i primi 3/4 del libro mi sono chiesta come 'azz fosse stato possibile), è stata cresciuta dai Gargoyle, chiamati anche Guardiani, essere superiori che hanno rivelato la loro presenza agli umani con il compito di proteggerli dai demoni (senza però svelarne loro l'esistenza).
E' stata cresciuta in un clima di intolleranza e repressione, dove ogni minima cosa benigna che le veniva fatta era seguita da una bella precisazione su quanto lei fosse pericolosa per i guardiani con cui viveva.
Con il potere demoniaco di succhiare le anime attraverso la bocca a chiunque le stia a tipo 10 cm dalla faccia, Layla è una povera adolescente che vede andare a fanculo la propria inesistente vita sentimentale.
Dopotutto anche se hai quasi diciotto anni, chi vuoi che esca con una potenziale Dissennatrice?
Da sempre innamorata di Zayne (ovviamente), figlio dell'uomo che l'ha cresciuta (Abbott, un borioso che non vi dico!), Guardiano potentissimo che la considera alla stregue di una pestifera sorellina minore, il desiderio di Layla è quello di prendersi a randellate sulle gengive.



Innamorata di un ragazzo che non potrà mai avere.
Bloccata in una zona grigia, né realmente demone, né interamente guardiana, Layla si sente spaccata in due, come se non appartenesse a nessuno dei due mondi.

Bella di una bellezza non angelica, ma demoniaca, Layla sa che quando i Guardiani la guardano non vedono la bambina indifesa che hanno cresciuto, ma un potenziale demone pericoloso e questo la fa stare malissimo.
Provateci voi ad affezionarvi ad una famiglia che vi considera una bomba ad orologeria!

L'unica cosa che la consola è l'amicizia speciale con Zayne, anche se lei sa di non poter avvicinarsi troppo a lui.
Nonostante lui le voglia bene e la consideri una Guardiana, Layla non è mai veramente se stessa.
Almeno fino a quando non incontra Roth, un demone una garanzia, che per la prima volta mette Layla di fronte alla sua vera natura, quella di essere si, una mezza guardiana, ma anche una mezza demone, con entrambi le potenzialità.
Roth le insegna tra una battuta a doppio senso e una fuga da scuola come si possa essere sia bianco che nero, come non sia tutto oro quello che luccica ed altri proverbi da vecchietta.
Lei è un demone e deve imparare a conviverci!
Accettare quella parte di lei non significa che inizierà improvvisamente ad andarsene in giro ad ammazzare gente!
Quindi diciamo che fa più del bene Roth, il demone, in pochi mesi, che Abbott, padre adottivo Guardiano in diciassette anni!

Per caso si è intuito che sono #TeamRoth?
Si eh?
Roth è uno che vive secondo le sue regole, che cerca sempre di vedere il quadro nella sua interezza, con tutte le sfumature, che ha le sue missioni da compiere ma che allo stesso tempo si gode la vita 'umana', che convive con un serpente gigante di nome Bambi, tre gattini aggressivi, e un drago enorme e sputafuoco di nome Tamburino, ed un demone gayo di nome Cayman.
Li adorerete!
E' rude, ma spassoso; divertente e sexy, con un fisico da paura, la battuta sempre pronta e l'atteggiamento di quegli stronzi pieni di sé a cui vorresti tirare una capocciata ma che poi ti fanno innamorare come una scema.
Viene dalle profondità dell'inferno e canta Paradise City dei Guns'N'Roses.
Sbeffeggia il Boss quando può e si ritiene un po' il figlio preferito.
Tende a non prendersi troppo sul serio, e fidatevi, se sentite la mancanza di quel fustaccione di Damon Salvatore della serie The Vampire Diaries, Roth sarà pane per i vostri denti e addominali per i vostri occhi!

Ci sono ovviamente dei punti che non mi hanno convinta del tutto.
Per esempio il nomignolo con cui Zayne chiama Layla non si può sentire!
E' stato tradotto con Laylina che secondo me è cacofonissimo, mentre nell'originale è Laylabug che sarebbe un po' come Junbruco, il nomignolo con cui il signor McGuff chiama sua figlia Juno (il film con la ragazza incinta interpretata da Ellen Page avete presente?).

Layla è consapevole della propria bellezza ma i toni con cui la descrive sono quasi dispregiativi (occhi troppo grandi da bambola, capelli troppo biondi, blabla).
Cade ogni due per tre e sta sempre a mordersi il labbro o la guancia.
Ma non glie fa male a queste degli YA e dei NA martoriarsi le parti molli del corpo???
Tende ad incantarsi un po' troppo sugli addominali scolpiti e perfetti di Zayne e di Roth e c'è veramente una quantità oscena di addominali scolpiti perfetti in bella vista ogni due pagine praticamente.
Diciamo che passa metà del suo tempo a disperarsi per Zayne e l'altra metà ad odiarsi, fino a che non capisce che solo abbracciando entrambe le sue nature potrà diventare un essere nuovo e più forte.

Roba che Roth aveva tentato di farle capire già a pagina venti ma lei è una ciompa e quindi ciaone proprio!

Zayne mi sa di ragazzo insipido e ovviamente non ho parteggiato per lui neanche in mezza pagina.
Troppo patinato.
Troppo perfetto.
Troppo buono.
E falla na stronzata ogni tanto!

Adoro Bambi, il famiglio demoniaco di Roth come vi ho già detto e non vedo l'ora di vedere in azione Tamburino!

Insomma Roth è il mio personaggio preferito, insieme a Stacey, quella sciroccata della migliore amica umana di Layla e alle nozioni da sapientone di Sam, che sa tutte le cose più strambe possibili ed immaginabili! (Mi ha ricordato molto Simon della saga Shadowhunters.)

La fine del libro è inaspettata.
Ti lascia come una cretina e con la voglia di iniziare subito il secondo.
Vi dispererete ve lo assicuro!

Quindi alla fine il mio giudizio su questo libro è quello di TRE STELLINE (ero indecisa se dargliene tre e mezzo, perciò facciamo un 3.25) perché mi ha convinto e non mi ha convinto.
Ovviamente ho divorato il seguito di cui vi beccherete prossimamente la recensione e quindi vi farò sapere presto cosa ne penso.


Ecco un piccolo ritrattino
di Layla con i suoi enormi
Occhi da bambola, la pelle diafana
E i capelli così biondi quasi bianchi.


E voi?
Cosa ne pensate?
Lo avete letto?

Inoltre vi lascio qui il link alla recensione di DEVIL in cui potrete trovare un interessante paragrafo dedicato alla figura di Lilith.

Per questa recensione è tutto.
Ci sentiamo la settimana prossima con la recensione di Freddo come la pietra che ora mi accingo a scrivere.

Adié mon svampité.

Con amore,
Svamps.

2 commenti:

  1. Letto anche il sequel e odio Zayne ancora di più.
    #teamroth

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai letto anche il terzoooooo? *-*
      #TeamRoth sempre e comunque!

      Elimina