lunedì 14 settembre 2015

4ª Tappa Blogtour "All I Need is Romance" - La sottile visione dell'altalena di Eleonora Buompane

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli!
Oggi è di nuovo lunedì aiuto!
Però che modo migliore c'è di iniziare la settimana, se non con un blogtour?

Oggi, Ohmacheansia ha il piacere di ospitare sul blog la quarta tappa del Blogtour "All I Need is Romance", evento organizzato in collaborazione con la Libro Aperto International Publishingche permette a dieci blogger di presentare dieci romanzi (editi dalla Libro Aperto).


L'iniziativa, promossa dalla casa editrice, coinvolgerà anche i blog Il Cibo della menteDreaming FantasyLeggendo RomanceI Love WroppingThe Book ThiefVoglio essere sommersa dai libri,Words of BooksLe Lettrici Impertinenti e Il Club delle Lettrici Indipendenti.


Di seguito troverete il calendario con tutte le tappe.





Oggi vi parlerò di: "La sottile visione dell'altalena" di Eleonora Buompane.



[In fase di restyling]



[Nuova copertina a cura di Catnip Design]


«Il suono della sua serenità aveva lo stesso rumore di una tavoletta di cioccolata spezzata a metà»


INFORMAZIONI
Titolo: La sottile visione dell'altalena
Autore: Eleonora Buompane
Editore: Libro Aperto International Publishing
Data di uscita: 1 ottobre 2012
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 130
ISBN: 978-8897818311
Link acquisto Amazon : Cover flessibile
Link acquisto Amazon : Ebook
Link acquisto Mondadori

TRAMA
Irene alterna le sue giornate tra la cartoleria in cui lavora e la palestra, dove insegna Yoga. Dopo un'infanzia segnata dalla morte della madre e dall'allontanamento di un fratello gemello, lentamente sta riprendendo in mano la sua vita. Un amore nascosto e le poesie di un ammiratore segreto, rinvenute negli armadietti della palestra, le faranno riscoprire ricordi di un passato dimenticato ed emozioni di un futuro ancora da vivere. A ricordarle che i legami familiari rimangono vivi in noi, un incontro inaspettato che la riporterà improvvisamente ad affrontare il suo passato e il periodo difficile dell'infanzia. Questa volta Irene saprà però combattere le sue ansie e le sue paure, forte di una nuova vita e di un nuovo sorriso accanto a lei.

AUTRICE
Eleonora Buompane è nata nel 1982 a Gattinara (VC) e vive a Romagnano Sesia (NO).Ha frequentato l’istituto alberghiero e lavora come addetta alla produzione in un’azienda metalmeccanica. 
Ha pubblicato la raccolta poetica La Fabbrica di Poesia, opera finalista del concorso J. Prèvert 2009, edita dalla casa editrice Montedit, realizzata con il contributo de Il Club degli autori. Del 2012 invece, è il suo primo romanzo, La sottile visione dell’altalena, edito Libro Aperto International Publishing. Da quando aveva sedici anni ha scritto 447 poesie, ha iniziato a scrivere per un forte bisogno di comunicazione e di interpretazione di se stessa, rielaborando emozioni, ricordi e visioni fantastiche che le permettono di esprimere quello che c’è di più profondo nella sua anima. 
Oltre la scrittura, le sue passioni sono lo sport e la musica rock.



RECENSIONE

Allors...Eccomi qui a recensire questo libro, e devo dire che non è facile, perché fino alla fine dell'ultima pagina mi sono sentita come se mancasse qualcosa, e la tristezza che mi è piovuta addosso a termine lettura mi ha confermato che questo romanzo ha un enorme potenziale, che può essere sviluppato, ampliandone alcune parti.
Non sono abituata a leggere storie così brevi e quindi mi è parso come se alcuni spunti interessanti, lanciati durante la narrazione non abbiano avuto lo spazio che meritavano.
Ma bando alle ciance!
Abbiamo Irene, la protagonista del nostro romanzo, giovane donna dai capelli rossi e ricciuti e dai penetranti occhi verdi (immaginatevi una moderna Merida!).
Commessa in una cartoleria di giorno ed insegnante di yoga in una palestra la sera, Irene si divide tra i due lavori e i momenti passati nella fattoria della zia Amelia, sorella di sua madre, che si è presa cura di lei alla morte di quest'ultima.
A prescindere dalla tragedia della morte della madre, Irene si porta dietro un altro fardello. Quello di aver perso di vista negli anni il suo fratello gemello. Fratello che le è stato portato via in seguito alla dolorosa separazione dei suoi genitori. Quindi un bambino al papà e una bambina alla mamma.Tutto però cambia un pomeriggio quando Irene nell'armadietto della palestra trova un bigliettino con una poesia d'amore indirizzata a lei.
Il suo cuore batteforte e sembra sciogliersi dal ghiaccio che lo avviluppa.
Sarà l'inizio di una serrata e giocosa caccia all'uomo (o alla donna come suggerisce la sua collega Matilde!) che la porterà a conoscere meglio se stessa, e le persone che la circondano, in particolar modo i suoi colleghi, amici di cui non si è mai resa conto davvero.
E chi sarà il poeta del mistero?  
Quindi se da un lato c'è l'Irene giocosa e allegra, fatta di meditazione, calma e ricerca della tranquillità (e dell'uomo dei bigliettini), dall'altra c'è un'anima inquieta con dei mostri del passato che le attanagliano le viscere.
Capirà quindi che il grosso pezzo che manca nella sua vita è proprio il fratello.
Ma si sa... i gemelli sono profondamente connessi ed Irene lo sente vicino.

Il romanzo mi è piaciuto NI, nel senso che abituata a mattoni di cinquecento pagine avrei preferito che fosse più lungo così da poter sviluppare meglio alcuni punti che mi hanno lasciata un po' con l'amaro in bocca, ma è anche una favola moderna che prende vita tra le colline e i campi illuminati dal sole, tra un giro in bici e una poesia d'amore.
Leggerlo è stato come guardare Il Favoloso Mondo di Amelie!
Giudizio Finale:
☆☆☆ 1/2



Ecco qualche estratto:
  • I clienti della cartoleria erano affezionati alle lentiggini di Irene, scenografiche come un bel cielo stellato. I suoi capelli rossi sembravano decorazioni su quel muro giallo limone; erano ondulati e corti, incorniciati da una graziosa frangetta. I suoi occhi verdi attiravano la gentilezza della gente: erano sinceri.
  • Tutto ciò in cui s’imbatteva, l’aveva già visto un sacco di volte ma a ogni occasione, sentiva quella sensazione di calore come quando si entra in casa e fuori fa freddo: quella percezione che si prova quando ci si sveste dal brivido dell’inverno.
  • Il suono della sua serenità aveva lo stesso rumore di una tavoletta di cioccolata spezzata a metà.
  • Il lunedì mattina è un giorno da comprendere, un giorno bisognoso d’amore. La maggior parte delle persone appena sveglie non riesce ad accettarlo completamente e Irene era una di queste.
  • «Quando pedalo ho sempre una meta da raggiungere, un percorso da affrontare, degli ostacoli da superare, sono le avversità che si trovano nella mia mente, trovo nel mio corpo la forza per superarle, trovo nel mio cuore l’energia per andare avanti».
  • «Volevo chiederti, quanto è importante il silenzio per meditare?»
  • Seduta sulla luna
    ho ricamato il mio amore per te
    su di una stella.
  • Lorenzo e Irene sedevano vicini e si percepivano senza guardarsi, senza parlarsi e senza conoscersi, si trasmettevano i messaggi che arrivavano dall’anima, ricevendo notizie del loro cuore. 
  • La stanza era calda e sprigionava il fluire di straordinari minuti, che vivevano della loro natura senza precedenti; quelle mura appagavano l’intimità delle loro menti infinite, avrebbe conservato le loro gesta pallide e le guance rosse. Si guardavano spogliandosi dalle preoccupazioni, si osservavano insistentemente, amavano sentire la sensazione di capirsi, sorgeva come un ticchettio e rimaneva continuo nella sua estasi, si riproduceva su una linea continua. Poteva essere come un orologio qualunque, aveva la frequenza delle onde sul mare, era il suono delle parole con cui si svegliava l’universo, era il battito del loro cuore; era continuo, sensibile ai loro corpi che si specchiavano: era la felicità.

Per oggi è tutto e non dimenticate di commentare tutte le tappe!
Adié mon svampité.

Con amore,
Svamps.

40 commenti:

  1. Sembra molto interessante!
    Mi piacciono queste storie dove il protagonista si porta degli strascici dal passato. Chissà se riuscirà a conviverci e a migliorare le cose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la storia è delicata e molto interessante, quindi si... è da leggere! ^_^

      Elimina
  2. Grazie a questo concorso sto conoscendo un sacco di blog interessanti che non avevo nemmeno la più pallida idea dell'esistenza.. comunque ciao Svamp! Eccomi qui da Il mondo di sopra.. che dirti.. di quest'autrice sto leggendo la chiave segreta della Luna e devo dire che per il momento sembra molto interessante. Non conosco invece questo libro, ma devo dire che il cambiamento della copertina è notevole. Amo le copertine che sono in realtà delle foto e danno quel qualcosa in più al libro.. anche se come lato negativo poi c'è il rischio di trovarsi a leggere una ciofeca solo perchè innamorati della copertina, ma non mi sembra questo il caso. Non amo tantissimo nemmeno io i racconti brevi perchè ti lasciano quel sapore amaro appunto in bocca che ti vien da dire ma "cacefuffoli sei già finito" però questa Merida new age sembra interessante perchè leggero e a volte quelle letture leggere ci servono per non pensare a nulla.. per sognare un po'..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La copertina rifatta da Pam è stupenda, quella vecchia a me non piaceva per niente, sembrava molto una copia di quella di Margherita Dolcevita di Stefano Benni. Comunque qui non c'è rischio di copertina bella/libro brutto tranquilla! E siamo entrambe concordi sui racconti brevi XD

      Elimina
  3. Sembra un romanzo molto attraente.. Anche a me non piacciono i romanzi troppo corti o poco dettagliati, perché anch'io come te sono abituata alle letture lunghe e piene di dettagli nella descrizione, ma forse lo scrittore ha voluto fare così per dare anche a noi il compito di immaginare questi particolari che sono stati omessi. Comunque, mi sembra un romanzo molto interessante e delicato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si anche io credo che la scrittrice ci abbia lasciato una libera interpretazione dei fatti, sarà che non sono abituata. Però è stato una piacevole scoperta! ^_^

      Elimina
  4. Sembra davvero carino! :) Credo che ogni tanto ci vuole un libro piccolino! :P
    Poi la copertina è stupenda! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è vero. Tra un mattone e l'altro un libro dolce e leggero ci sta benissimo!

      Elimina
  5. Sincerità? Non mi é venuta voglia di leggerlo... Forse i dubbi sul fatto di ampliare gli argomenti o la storia stessa.
    Scusate...sono in controtendenza ma preferisco dire quello che penso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a noi la sincerità piace! quindi ben venga un'opinione diversa! ^_^

      Elimina
  6. Ciao mia cara Svamps! Sono io di quelle persone che come te e Irene non comprende il bisogno d'amore del lunedì, comunque la tua recensione mi ha intrigato, non sei stata 'falsa', hai messo in luce pregi e difetti del romanzo e devo ammettere che l'idea della poesia mi intriga moltissimo. È una cosa che adoro, anche se spesso non mi sembra di percepire le emozioni fino in fondo. Non sono per le eccessive descrizioni ma se reputo che a un libri manchi quel non so che , come te, non posso fare a meno di esprimere la mia perplessità. Nel complesso, mi piace. Un applauso a Pam perché la nuova cover è eccezionale ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la cover è stupenda *92 minuti di applausi* e grazie per le tue parole.
      So che spesso sono burbera ed irruenta su quello che non mi piace, ma nn posso farne a meno.
      E poi io odio il lunedì! XD

      Elimina
  7. *intrusa mode ON*
    Mi ispira moltissimo :) Non ho avuto ancora la possibilità di leggerlo, ma lo farò presto (sicuramente aspetterò che sia disponibile con la nuova copertina su Amazon *.*). Anche Ti presento il mio ex non è lunghissimo, ma l'ho adorato. Trovo che spesso i romanzi brevi affrontino le tematiche più importanti senza perdersi in giri inutili, come fanno tanti altri. Personalmente non amo i mallopponi da 500 e più, poi dipende dal tipo di storia. Normalmente i libri che leggo si aggirano intorno alle 300 pagine. Forse sono i fantasy che apprezzo di più se più lunghi. Per romance e cose simili preferisco che non si perdano in ciance! XD

    Grazie Cris sono davvero felice che ti piaccia :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no ma anzi, io spesso nelle recensioni sono la prima a dire che magari si doveva tagliare un po' qui e un po lì, ma di questo non intendevo criticarne la lunghezza in maniera fine a sé stessa. Io dicevo che nella sua brevità tralascia alcuni spunti interessanti che secondo me andavano sviluppati meglio, magari anche scrivendo qualcosina in più. Non necessariamente arrivando a 300 pagine XD

      Elimina
  8. Eccomi, faccio un salto anch'io per dire due parole. Non credo che un romanzo possa essere giudicato per la sua lunghezza (o brevità, in questo caso), come non credo che un libro di 500 pagine sia per forza di cose migliore di uno di 150 o meno. C'è posto per tutti e ogni storia ha il suo svolgimento, nei suoi tempi e nei suoi spazi. Personalmente amo leggere libri più brevi, prima di tutto, perché da lettrice accanita, mi piace leggere una storia tutta d'un fiato, senza dovermi interrompere causa lavoro, impegni e quant'altro. Inoltre, preferisco le storie dirette, dove gli avvenimenti avvengono in un lasso di tempo ridotto e senza perdersi in giri inutili solo per aggiungere 50 o 100 pagine in più, perché voglio immergermi completamente nella storia senza avere distrazioni. Ovviamente si tratta di gusto personale, ma non giudicherei mai un libro o una possibile lettura solo per la sua lunghezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anto! Credo di essermi spiegata male comunque XD non ho giudicato il libro per la sua lunghezza, ma per il fatto che oltre ad essere breve, lascia in sospeso alcune cose. Cose di cui mi ero posta il problema durante la lettura.
      E che speravo sarebbero state spiegate a fine libro.
      Invece finisce lì e bom. Perciò per me è troppo breve. Non so se sono riuscita a spiegarmi T^T

      Elimina
  9. Ciao! La lunghezza di un libro non è importante,per me. E' importante che ci siano i contenuti, che si vivano le emozioni come fossero proprie. E non ho capito se in questo libro sono così vive! Cmq la tua recensione così dettagliata mi ha un pò incuriosita, rispetto alla trama che non mi ha per niente attirato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le emozioni sono celate e delicate in questo libro, spesso represse, ma slo perché fanno parte di un personaggio introverso e complesso.
      Bisogna saperle cogliere, forse io non ci sono riuscita in toto.
      Non saprei ma mi fa piacere che la recensione ti abbia incuriosita ^_^

      Elimina
  10. mi dà la sensazione di una lettura leggera e spensierata con un minimo di mistero. Mi spiace che non sia abbastanza lungo, anche io adoro i mattoni di 500 pagine, ma a volte capita l esigenza di leggere qualcosa di breve ma intenso. Sono curiosa ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono totalmente d'accordo con te! Se lo leggi fammi sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  11. umh....non è un libro adatto a me questo :-( non mi ispira purtroppo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte capita. Non è grave. L'importante è comunque essere consapevoli di quello che ci piace e di quello che potrebbe non piacerci. Sennò va a finire che leggiamo libri che non ci piacciono e li critichiamo amaramente ! XD

      Elimina
  12. La storia sembra carina. Di sicuro è un romanzo a cui si può dare un opportunità :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente. Per passare un'oretta in spensieratezza è ottimo!

      Elimina
  13. La trama sembra carina, molte volte mi è capitato di aspettarmi molto da libri che sembravano chissà quale grande capolavoro dalle recensioni! Quindi dico che potrei leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per avergli dato una chance!!! fammi sapere che ne pensi poi!

      Elimina
  14. eccomi! presente anche a questa tappa! che dire???? la trama mi ispira tantissimo.... sono curiosissima...non sarà mica il gemello l'uomo misterioso??? O.O
    devo assolutamente scoprirlo....
    il fatto che il romanzo sia breve non mi spaventa...molte volte i libroni servono solo per "allungare il brodo" ed io preferisco sicuramente quei libri che van dritti al punto...grazie per questa tappa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio la tua teoria è interessante! O.O
      devi solo leggerlo e scoprirlo ora!

      Elimina
  15. La nuova copertina è bellissima... *.* Il libro sembra interessante... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il libro merita una chance e la copertina nuova è bellissima!

      Elimina
  16. E' la prima recensione che leggo di questo libro devo dire che mi incuriosisce , anche io come te amo i libri da tante pagine, comunque la copertina mi piace moltissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una chance gliela darei se fossi in te. Così magari mi dici cosa ne pensi e siamo a DUE recensioni XD che ne dici?

      Elimina
  17. Devo essere sincera io mi divido leggo mattoni e anche racconti brevi a seconda del periodo e del momento quindi il fatto che sia corto per me non rappresenta un problema anche se è vero in genere quando leggi un racconto almeno io desidererei se il racconto vale e merita che diventasse un romanzo perchè non è facile condensare tante cose in un racconto di poche pagine, quindi forse è il caso di incrociare le dita e sperare che l'autrice vogli a farne un romanzo.
    Per il resto la tua recensione è stata sincera e motivata e mi ha incuriosita parecchio e questo libro finisce nella mia WL... povera me.....
    condiviso su
    https://twitter.com/streghetta6831/status/643833509874921472
    https://www.pinterest.com/pin/566609196847705558/
    https://plus.google.com/u/0/113323159535376562702/posts/bgdmBc7Zvu2
    https://www.facebook.com/stefania.mognato/posts/10205156079277406?pnref=story
    Grazie ragazze questo tour è interessantissimo perchè ci permette di conoscere meglio romanzi che già conoscevamo e di trovare qualche nuova chicca da aggiungere nella nostra libreria
    Grazieeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facci sapere poi cosa ne pensi quando lo leggerai! ^_^

      Elimina
  18. Il libro mi piace molto! E gli estratti non fanno che incuriosirmi di più :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che gli estratti che sono piaciuti a me siano piaciuti anche a te! *-*

      Elimina
  19. Sembra molto carino ^^ La nuova copertina è proprio un'altra cosa rispetto a quella vecchia **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si il libro è carino! Merita una chance... e la nuova cover è stupenderrima!

      Elimina
  20. Fantastico questo giveaway, mi sono unita a tutti i blog :D

    Comunque bellissimo romanzo,ha una trama fantastica e mi piacerebbe molto leggerlo,incrociamo le dita *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuto!
      Incrociamo le dita allora!

      Elimina