giovedì 30 luglio 2015

La Casa per bambini Speciali di Miss Peregrine, ovvero metti un giorno... delle foto inquietanti, un nonno forse pazzo ed un adolescente annoiato.

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.
Siamo quasi agli sgoccioli di luglio, ma conto di sfornare almeno altre due recensioni oltre a questa, quindi STAY TUNED!

Oggi parliamo di un libro che volevo leggere da tempo immemore e che avevo inserito apposta nella mia summer TBR, che potete vedere qui.
Un libro che però si è rivelato completamente diverso da come me lo aspettavo, anche se a dirvi la verità... non so di preciso cosa mi aspettassi.

C'è molto hype intorno a questo romanzo e non so se sia giustificato o meno.
Sto parlando di:




[Copertina italiana ed originale a confronto]


[E STATE ATTENTI AGLI EVENTUALI INVOLONTARI SPOILER!!!!!]

TitoloLa casa per bambini Speciali di Miss Peregrine
Titolo Originale: Miss Peregrine's Home for Peculiar children
AutoreRansom Riggs
Pagine: 382 (Copertina flessibile)
Data di uscita: 17 Ottobre 2012
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Collana: Best BUR
Prezzo: € 10,00


Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

Per una volta, la vostra Svamps non ha nulla da dire su titolo e copertina, perché siamo stati il più fedeli possibile.
E non potevo chiedere di meglio.
Certo, lo sfondo grigio della copertina originale rende un senso di mistero ed inquietudine, ma il filtro 'seppia' che invece c'è nella riproduzione italiana punta a concentrarsi più sulla collezione di foto antica che sulla componente horror del romanzo.

Devo ammettere che ci sono cascata e ho letto qualche opinione subito dopo aver letto il libro, e nonostante questo libro abbia diviso le folle, mi trovo ad essere d'accordo sia coi pareri positivi che con quelli negativi.

Vi chiederete come sia possibile. 
Il fatto è che i commenti spaziano da: 'E' fantaxico ommiddiooo!!111' a 'Cosa essere questa merda?'
Quindi nel mezzo, io ci sto abbondantemente.

Il problema è che questo libro si legge con delle aspettative decisamente troppo alte.
Non so perché.

E non so neanche che cosa mi aspettassi.
Forse un romanzo dell'orrore, un thriller psicologico su bambini mutilati negli orfanotrofi, diciamo qualcosa che, una volta diventato un film, avrebbe fatto spavento. (Un po' tipo American Horror Story Freak Show per intenderci!)

Perché questo libro è proprio super adatto a diventare un film.
Uscirà infatti nelle sale d'oltreoceano a marzo 2016, con la regia del mitico Tim Burton, quindi aspettiamoci ambientazioni horror gotiche ed effetti speciali strabilianti!

Dicevamo del libro.
E' scritto in maniera veramente semplice, scorrevole, di facile lettura.
La prima parte l'ho trovata un po' statica e noiosa, quasi messa lì ad allungare il brodo, la seconda invece è ricca di azione.
E sinceramente parlando, ho trovato abbastanza inutile dividere la storia in due libri.

Il primo finisce con una scena che vorrebbe essere un cliffhanger, ma che tale non è.
Soprattutto se come me, iniziate a leggere subito il secondo.
(Sono ancora a metà, la recensione ve la beccherete domani se tutto va bene.)


Il fatto è che questo libro è stato paragonato ad Harry Potter e sinceramente non capisco perché.
Non ha nulla della magia dell'universo potteriano, anzi... non ha nulla che riguardi la magia punto e basta.

Posso capire di più il confronto con un fumetto della Marvel.

Non voglio spoilerarvi niente, ma riassumendo Jacob passa la vita a credere che le meravigliose storia raccontate da suo nonno, siano solo un cumulo di stronzate.
Da bambino ci credeva, poi è cresciuto e ha capito che la meravigliosa casa con bambini dai poteri strabilianti di cui parlava suo nonno, era una metafora per gli orrori della seconda guerra mondiale e per lo sterminio degli ebrei.
Smette di crederci fino a quando un evento terribile arriva a sconvolgergli la vita.

Allora partirà per l'isola misteriosa, alla ricerca del passato e dei bambini speciali, per cercare di sciogliere quell'intricato e misterioso puzzle che era suo nonno.

Ovviamente si troverà coinvolto in una serie di mirabolanti avventure in cui per metà del tempo crederà di stare sognando... (E chi sei? Dante Alighieri all'inferno????)

Alla fine ci sono dei colpi di scena abbastanza prevedibili che mi hanno impedito di godermi appieno la lettura, ma non mi sento di sconsigliarla.
Credo che vada letto insieme al suo seguito perché sennò si perde il filo della narrazione, ma è un libro adatto per passare qualche oretta fantasticando su mondi lontani, salti temporali e vecchie foto ingiallite ed inquietanti.

Si, protagonista di questo romanzo sono le foto che troverete tra le pagine.
Foto, ATTENZIONE, reali!
Le foto infatti provengono da svariate collezioni private e Ransom Riggs è andato alla ricerca di queste foto e SULLE foto ha costruito una storia.
Quindi credo che questo sia abbastanza interessante.

Più di TRE stelline non ho potuto dargli purtroppo.
(Tra l'altro ho scoperto che Ransom Riggs è sposato con la Mafi di Shatter Me, #maronn!)

Detto ciò, ho scritto un papiello per dire alla fine due parole, ma vabbé.

Voi l'avete letto?
Io come mi ho già detto, sono a metà del secondo e conto di finirlo entro stasera, e sinceramente non so che sviluppi possa prendere questa strana storia.

Lo scopriremo nella prossima recensione.

Adié.


Con amore,
Svamps.

Nessun commento:

Posta un commento