mercoledì 8 luglio 2015

Di regole, sorbetti, gatti pazzi e appuntamenti sbagliati - Ovvero recensione di Regole d'amore per amici confusi di Ellie Cahill.

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.

La recensione di oggi  tratta di un libro che ho letto in un giorno e che mi ha così contrariata, ma così contrariata, che sicuramente mi perderò qualche pezzo e non riuscirò a dire tutto quello che avevo in mente!

Sto parlando di...


[Copertina italiana ed originale a confronto]


[E STATE ATTENTI AGLI EVENTUALI INVOLONTARI SPOILER!!!!!]

TitoloRegole d'amore per amici confusi
Titolo Originale: When Joss met Matt
Autore: Ellie Cahill
Pagine: 376 (Copertina rigida)
Data di uscita: 23 Giugno 2015
Editore: De Agostini
Collana: Le Gemme

Prezzo: € 14,90

Il primo anno di università può essere complicato, si sa. Soprattutto quando il tuo fidanzato storico ti molla senza troppi giri di parole. È quello che succede a Joss, e la delusione le lascia davvero l'amaro in bocca. Un sapore da cui fatica a liberarsi, nonostante i corteggiatori non le manchino. Ma tutto cambia quando Joss incontra Matt: lui è bello e gentile, forse non proprio il suo tipo ideale. Eppure tra i due la complicità è immediata. Così, tra una confidenza e un bicchiere di vino, accade che Matt e Joss si ritrovino a elaborare e a verificare una teoria: per far svanire l'amaro in bocca di una delusione amorosa è necessario passare la notte in compagnia di un buon amico. Uno che non chieda niente al risveglio, uno che sia disposto a essere semplicemente un sorbetto per rinfrescare il palato tra una relazione e un'altra. Ed è così che Matt e Joss decidono di diventare amanti di notte e amici di giorno. Tutte le volte che vogliono, tutte le volte che ne hanno bisogno. Stringono addirittura un patto, un vero e proprio contratto a cui attenersi scrupolosamente per gestire il proprio rapporto. La teoria del sorbetto sembra funzionare alla perfezione per molto tempo. Fino a quando uno dei due non infrange la regola più importante di tutte: Non innamorarsi.

Come nostro solito, partiamo dalle copertine.
Anche questa volta, punto per gli italiani!
Copertina carina, accattivante e senza quell'aria da romanzetto rosa come nella cover originale che (scusatemi se lo dico) fa tanto Newton Compton.
Font tondeggiante ma dritto, come una calligrafia bella ed ordinata, un'inquadratura della foto perfetta, che da lo spazio al titolo al centro del letto.
Pochi colori.
Efficace e d'impatto.
Bravi ai grafici della De Agostini insomma!!!

E per una volta nella vita, ho da ridire anche sul titolo... originale!
Ebbene si.
Ma quanto cacofonico è 'When Joss met Matt'?
(Provate a pronunciarlo 5 volte di seguito velocemente... uèn giòss met mett....)
Ma dai!

No. Per me è NO.
La traduzione italiana per la prima volta mi è sembrata molto pertinente al tema del libro. 
Infatti tutta la trama si basa proprio sul contratto scritto e redatto dai due protagonisti.

Il libro mi ha ricordato per certi versi sia #ScrivimiAncora di Cecilia Ahern, che ho odiato profondamente, sia il film Amici di letto con Mila Kunis e Justin Timberlake.

Se ve lo state chiedendo, si è il classico romanzo sui friends with benefits, i cosiddetti trombamici.
In più però troviamo che Joss e Matt, sono l'uno il Sorbetto dell'altra, cioè quello che usi per 'pulirti il palato dal sapore amaro' dopo una delusione, proprio come il sorbetto durante i lunghi pranzi.

Sinceramente non so se ho apprezzato o meno la struttura narrativa del romanzo.
Vi spiego meglio... All'inizio del romanzo, ci troviamo durante un capitolo OGGI che è seguito da svariati capitoli che ti catapultano nel passato.
Quindi ogni cosa del capitolo OGGI viene spiegata dai capitoli PASSATO che seguono. 
Mi ha irritata un po', ma alla fine ha avuto il suo perché.

Ho dato due stelline al romanzo non perché sia pessimo, ma solo perché è qualcosa di già visto e di altamente prevedibile, in alcuni punti ho trovato la scrittura ridondante, e certi pezzi li avrei eliminati, così come le numerose scene di sesso. Sarà che non ci vado pazza ma non mi attirano proprio, e solitamente tendo a saltarle in blocco quando le trovo.

Tutto sommato è una lettura leggera, piacevole e in alcuni tratti divertente.
Lo vedrei come un simpaticissimo film e chissà che non succeda davvero!
Quindi se volete un libro da portare al mare, ve lo consiglio!
Se cercate una storia d'amore originale, non è cosa vostra!

E voi?
Lo avete letto?
Fatemi sapere.

Ci risentiamo nella prossima recensione.


Con amore,
Svamps.

3 commenti:

  1. Ciao!
    Io l’ho finito da poco e l’ho trovata una lettura davvero fresca e divertente, adatta per l’estate, ma devo dire che Joss mi è sembrata più che altro una ninfomane disperata ahah
    Spesso alcune scene erano patetiche… O sono io?
    Matt era davvero adorabile, anche se sono sicura che tutte preferiamo i bad boy che ci suscitano mille emozioni e tremiti al cuore, dico bene ;)?
    Se ti va di dare un’occhiata alla mia recensione questo è il link:
    Raggywords: Recensione ‘Regole d’amore per amici confusi’
    Scusa per l’eventuale spam indesiderato…
    _Rainy_

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si effettivamente lei è un po' assatanata ahahaha e alcune scene surreali però tutto sommato è carino come romanzo! ^_^

      Elimina
    2. Si si, confermo: tutto sommato è un libro frizzantino (?) e godibile c:

      Elimina