giovedì 28 maggio 2015

Santa Ansia dalla Romania



L’ansia è una brutta cosa. L’ansia ti butta a terra, ti svuota e ti inquieta, sembra che una pompa invisibile ti stia aspirando l’aria che cerchi disperatamente di ingoiare. La parola “ansia” deriva dal verbo latino angere, “stringere”, ed è proprio questo che fa: ti strizza le budella e ti paralizza il diaframma, è un massaggio sgradevole al basso ventre e spesso si accompagna a brutti presentimenti.

[Niccolò Ammaniti, Ti prendo e ti porto via]


che non c'ho voglia di scrivere, sono piena di ansia, non riesco a vivere tranquilla e non riesco ad amare in pace, sono ossessionata da mille cose assurde, sono ossessionata da quello che non ho e penso che non avrò mai, sono ossessionata dal tempo che temo di non avere, sono ossessionata dalla vita che non sto vivendo, sono ossessionata dall'ansia e mi sento divorare dentro, voglio amare e basta, ma dove sta il problema?

3 commenti:

  1. Il problema è solo nella tua testa.
    Scrivo solo perché posso capirti, vivo - anzi convivo con l'ansia - da un bel po' di anni e mi mancano gli anni in cui fottevacazzi di qualsiasi cosa.
    Posso capire cosa ti blocca, praticamente tutto, ogni passo, ogni azione, e quello che ti gira nella testa è infinito. Pensi più a quello che non hai e non riesci a viverti il presente come dovresti e come meriteresti.
    L'ansia è davvero una brutta cosa, ma ti ripeto, è solo nella testa. Devi trovare un equilibrio o così non vai avanti. (E te lo dice una che si fa venire gli infarti quando attraversa la strada senza guardare o deve dare gli esami o prendere un macchina.)

    Un abbraccione enorme,
    ti sono vicina <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho la patente ma non guido perché ho paura... PIENS!

      Elimina
    2. Ti vengo a prendere per le orecchie e ti metto al volante.
      Due ansiolitiche in macchina, incidente assicurato, ma t'adda passà AHAHAHAH

      Elimina