martedì 19 maggio 2015

Le recensione più breve della storia... Ah no! Quello era il bacio! - Recensione non troppo clemente del Bacio più breve della storia di Mathias Malzieu.

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.
Che si dice in questo giorno di Maggio?

Io sono abbastanza su di giri visto che tra qualche giorno parto per Amsterdam.
Per il resto oggi voglio parlarvi di un libro che ho letto con le migliori intenzioni ma che alla fine avrei voluto scaraventare dalla finestra ed ora vi spiego pure perché.


N.B. QUESTA RECENSIONE NON PUO' ESSERE LETTA DA THE TROUBLED SCIENTIST!

Non può essere letta da lei perché lo ama! E' stata proprio lei a spingermi implicitamente a leggerlo, ero infatti rimasta incantata da questa sua recensione.
MA... c'è sempre un ma...
L'ho odiato in ogni sua singola pagina. DEVIL e Lewis possono ampiamente testimoniare.
Lo stesso Lewis diceva: 'Non dirglielo non dirglielo!'

E invece io lo dico.
Oggi parliamo di :




Copertina super carina devo ammetterlo!

(e molto più bella di quella originale)


copertina originale


[IL LIBRO NON MI E' PIACIUTO QUINDI CI SARANNO SPOILER!!!!!]

TitoloIl bacio più breve della storia
Titolo Originale:  Le plus petit baiser jamais recensé
Autore: Mathias Malzieu
Pagine: 123 (Copertina flessibile)
Data di uscita: 18 febbraio 2015 
Editore: Feltrinelli
Collana: I Narratori

Prezzo: € 9,90 (ma su Amazon lo trovate a €8,42)
Parigi, una sera al Théâtre du Renard, l'orchestra suona "It's Now or Never". Una ragazza misteriosa e sfuggevole si aggira, lui la nota, cerca in ogni modo di avvicinarla e, quando ormai tutto sembra impossibile, si trovano faccia a faccia e si baciano. Un bacio minuscolo, il più breve mai registrato, e lei scompare. Invisibile, si allontana. Un mistero anche per un inventore come lui che, seppur di indole tendenzialmente depressa, è determinato a rivedere l'eterea e vulnerabile creatura che lo ha ammaliato. Inizia così una ricerca serrata in cui sarà affiancato da due bizzarri personaggi: un detective in pensione, che ha tutto l'aspetto di un orso polare, e il suo stravagante pappagallo. Le invenzioni si susseguono e qualcosa di molto goloso e originale aiuterà il protagonista nel suo scopo. Ormai è chiaro, fra i due è scoccata una scintilla, si è prodotto un cortocircuito. Ma in amore gli artifici non bastano, servono coraggio e temerarietà, doti che entrambi dovranno conquistare se vorranno trovarsi e abbandonarsi l'uno all'altra. Riusciranno i due a superare ostacoli e paure e a vivere il loro amore?
Voglio essere più breve e concisa possibile.
Partiamo dal fatto che coi francesi c'ho un problema proprio.
Riesco a leggerne solo a piccole dosi, e molto distanziate le une dalle altre.
Amo Pennac, questo lo sapete tutti.

Ma di classico ho letto solo Madame Bovary, Bel-Ami, La signora delle camelie, Candido, e basta credo.
I tre moschettieri è ancora sul mobile ignorato.
I miserabili mi spaventano.

Quindi devo essere proprio nel mood per leggere un francese.

Di Malzieu avevo letto La Meccanica del Cuore, acquistato compulsivamente per la copertina stupenda e per le poche frasi riportate sul retro.
Divorato in un giorno, si è rivelato una cocente delusione, che mi ha portata ancora una volta a dirmi: 'Non comprare più libri solo per le copertine!'  e a disfarmene anni dopo su BookMooch.


Poi ho letto la recensione di Ale, di cui sopra, e mi sono quasi pentita di aver dato via il libro, perché magari non l'avevo letto con lo spirito giusto e ora non avrei più potuto rileggerlo.
Allora mi sono detta: 'Leggerò questo nuovo e vediamo che ne esce.'


Ohmondiè...
Non l'avessi mai fatto.
Se dovessi riassumere questo libro in una frase, direi:
'Un misto tra la mia vita, Norvegian wood di Murakami e un romanzo di Barreau che ho letto più di un anno fa, di cui non mi ricordo il titolo tanto che mi fece schifo.' Il romanzo di Barreau in questione è Con te fino alla fine del mondo e si è meritato un posto nella mia lista dei libri peggiori del 2014, che se vi va potete leggere qui.

Pensate che due giorni dopo averlo iniziato, ero ancora a pagina 30. Ne leggevo due pagine alla volta perché in questo libro c'è così tanto zucchero che mi si sono cariati i denti e mi si è contratto l'occhio in un tic ad ogni metafora amorosa, tanto che sembravo uscita dai cartoni animati. Per farvela breve, sto tizio ha ricevuto un bacio a stampo da una specie di fantasma.. un bacio durato un millesimo di secondo, di quelli che non riesci neanche a percepire la fiatella tanto che è veloce, di quelli che manco il tempo di poggiare le labbra su quelle dell'altro già è finito.
E in questo millesimo di secondo, il nostro grazioso protagonista ha capito che:

  • lei è asmatica (ha una specie di sibilo in re minore)
  • sa di cioccolata e zenzero perché lo zenzero è erotico (WTF?!?!?)
  • ha 37° di temperatura delle tette (ma certo!, anche Fidanzato conosce l'esatta temperatura delle mie tette dopo un bacio da millesimo di secondo... OVVIO! Ma come? Voi non ci riuscite? Che sfigati!)

Allora lui cosa fa? Ma semplice...usa un pappagallo che simula orgasmi, per ritrovarla.
Inizia dunque la ricerca di questa ragazza invisibile che scompare quando tutti la baciano. 
E per inciso... SPOILER... è lei che se ne va in giro a baciare la gente, non il contrario.

Ci sono metafore amorose che manco Dante Alighieri, e poesiole surreali con parole composte inventate, che manco Stefano Benni, e così tanta dolciamma da avermi mandato in coma diabetico!

Mentre leggevo, mi si accapponava la pelle al pensiero che quel libro lo avesse scritto un uomo, e volevo strapparmi gli occhi ad ogni pagina. Ma non potevo abbandonarlo! Cioè un libriccino di manco cento pagine ed io abbandono? GIAMMAI!

Ho continuato imperterrita fino alla fine, quando siamo arrivati ad un punto che sembrava Norvegian Wood e la mia vita, e poi finalmente si arriva alla fine banalissima e scontatissima che è copiata uguale uguale dal libro di Barreau.

SPOILER: quando finalmente il nostro protagonista ha acchiappato la ragazza fantasma e ci si è fidanzato (e si, ci siamo dovuti sorbire anche il sesso invisibile che è molto simile all'autoerotismo blabla), è tornata la fottutissima ex che gli aveva spezzato il cuore in mille pezzi qualche tempo addietro.
Ovviamente la ex è pazza di lui e vuole tornare insieme.
Lui che cosa fa secondo voi?
Bravissimi!!! Appende ragazza che scompare /fantasma e torna dall'ex.
Salvo poi capire che ama ragazza che scompare, e che deve riconquistarla.
La bacerà per farla riapparire.
Tizia riappare e altri non è che la sua farmacista!!!! (ma ve pregoooooo!!!!)

In conclusione due stelline perché darne una mi pareva brutto e perché qualche frase carina, presa singolarmente c'è, anche se ora non me ne viene in mente nessuna.
In conclusione... Vi prego, salvatevi e non leggetelo!

A risentirci, nella prossima dissacrante recensione.


Con amore,

Svamps.

2 commenti:

  1. Prima Lewis con Holden, ora tu. State cercando di crearvi un nemico, sì? xD
    Scherzi a parte, condivido che deve piacere il genere, se si è una persona antiromanticismocuoredipanna dev'essere dura, ma sai cosa? Probabilmente è stato anche per il periodo in cui l'ho letto. Mi è stato d'aiuto. Probabilmente se l'avessi letto a Dicembre gli avrei dato fuoco e avrei ballato guardandolo bruciare, just saying. In ogni caso ho sempre saputo fosse la farmacista!

    PS: Ti perdono solo per la menzione (e solo per questa volta) u___ù

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhahahahah ti stavo immaginando mentre ballavi guardandolo bruciare!

      Elimina