giovedì 7 maggio 2015

April wrap-up. [I libri del mese]

Buongiorno e bentrovati svampitellibelli.
Oggi parliamo delle letture del mese che è passato, ovvero l'April wrap-up.


Le letture del mese sono state:
  • La signora Dalloway in Bond Street e altri racconti, Virginia Woolf - 4/5
  • Raven Boys, Maggie Stiefvater - 3/5
  • Ladri di sogni, Maggie Stiefvater - 3/5
  • Noi due ai confini del mondo, Morgan Matson - 4/5
  • Raccontami di un giorno perfetto, Jennifer Niven - 2.5/5
  • Pivot Point, Kasie West - 4/5
  • Split Second, Kasie West - 4/5
  • Storia di una Capinera, Giovanni Verga - 3.5/5
  • La corsa delle onde, Maggie Stiefvater - 2/5
  • Wonder, R.J.Palacio -  5/5
  • La leggenda del Santo bevitore, Joseph Roth - 3.5/5
Ma andiamo con ordine.

[E STATE ATTENTI AI POSSIBILI INVOLONTARI SPOILER!!!]


Partiamo dalla nostra cara Virginia Woolf, ho scritto in precedenza una Recensione in pillole che potete leggere qui, i racconti mi sono piaciuti molto, e cercherò di leggere altre sue opere perché il suo stile contorno mi piace e mi angoscia allo stesso tempo! Pollice in su.


Per i primi due volumi del ciclo Raven Boys di Maggie Stiefvater potete trovare le recensioni (poco entusiaste) qui per il primo romanzo, e qui per il secondo. Rimando la lettura del terzo volume, Blue Lily Lily Blue da almeno due settimane ormai, chissà che maggio non sia il mese giusto per completare questa trilogia (anche se DEVIL mi ha avvisata che molto probabilmente ci sarà il quarto ohmondiè). Come ho già avuto modo di esprimere in precedenza, la Stiefvater è osannata ovunque ma... boh. Cioè non capisco il perché. Pollici in giù.


Per risollevarmi dalla delusione del ciclo Raven Boys, ho letto tutto d'un fiato il romanzo 'on the road' della Matson, Amy & Roger's epic detour (Noi due ai confini del mondo, titolo che proprio blah!) e che ho recensito entusiasticamente qui. Pollice in su.


E' toccato poi al fenomeno mediatico del mese, con tanto di visitina di Jennifer Niven alle librerie di Milano, sto parlando di Raccontami di un giorno perfetto che ho recensito qui, e che ho praticamente demolito pezzo pezzo. Pollice non in giù, ma praticamente sotterrato!


Sono passata poi alla duologia di Kasie West che mi è piaciuta da morire e che si è meritata il posto nei preferiti del mese andati in onda ieri, che potete leggere qui. Sto parlando di Pivot point (recensione qui) e Split second (recensione qui). Una duologia che consiglio perché veramente carina. Pollici in su.

Mentre ero dal parrucchiere a rifarmi la tinta ho deciso di passare ad un classico della letteratura italiana, e cioè Storia di una Capinera di Giovanni Verga, di cui potrete leggere una recensione in pillole proprio domani. Pollice a mezz'asta per così dire. Un Ni. Più si che no, ma pur sempre un po' no.


Poi è stata la volta della Corsa delle Onde, sempre della Stiefvater. Direte voi: Svamps e allora sei scema che continui a leggere la Stiefvater anche se non la apprezzi. Si. Sono scema. anche questo libro è stato di una noia mortale. Aiuto! Infatti sono ancora indecisa se scriverci una recensione o meno. Pollice in giù.


Poi... la rivelazione! Obbligata virtualmente e psicologicamente da Lewis del blog Everpop, ho iniziato a leggere Wonder di R.J.Palacio e l'ho AMATO! Potete leggere una recensione positivissima a riguardo, andata online proprio l'altro giorno, qui. Pollice super super su.


E infine, sull'aereo Napoli-Milano ho avuto modo di leggere La Leggenda del santo bevitore di Joseph Roth, di cui prossimamente pubblicherò una recensione. Una sorta di romanzo tappabuchi, che non mi ha dato granché ma che comunque ha occupato positivamente un'ora del mio tempo. Pollice a mezz'asta anche per questo libro.


Beh, undici libri non è poi così male.

Quindi per il wrap-up di aprile è tutto e speriamo di andare ancora meglio a maggio...
Ci risentiamo nel prossimo useless post.

Con amore,
Svamps.

Nessun commento:

Posta un commento