venerdì 27 marzo 2015

Rip - Recensioni in Pillole #12

Eccoci qua di nuovo, di venerdì con la nostra adorata rubrica delle recensioni in pillole, per chi come me e voi, nel pieno del weekend, si scoccia di leggere post uberlunghi sugli ultimi libri che ho letto.
[Si l'intro è sempre la stessa!]
(Però oggi aggiungo che mancano SEI GIORNI al mio compleanno!)
Oggi vi parlo di:


Il Ritorno (Dragonfly in Amber - Outlander #2 parte 2), Diana Gabaldon



PICCOLA NOTA A MARGINE
Del primo libro potete leggere la recensione entusiasta qui.
Della prima parte del secondo libro potete leggere la recensione incazzata qui.Dopo l'amore e l'entusiasmo che ho provato nei confronti di Outlander - La Straniera (il primo libro), anche questo libro è stato estremamente FRUSTRANTE!
E non essendomi piaciuto granché potrei spoilerare involontariamente!
Quindi se volete leggerlo andate via, sennò... buone letture.

Ma procediamo per punti:
  • Anche questo libro (PURTROPPO) è di una noia mortale.
  • Questa sarà l'ultima Rip riguardante un libro della Gabaldon e della saga di Claire Randall.
  • Ci eravamo lasciati con il fallimento del tentativo di fermare Charles Stuart e pensavamo che tutto sarebbe andato per il meglio. ERRORE!
  • LA GUERRA OVVIAMENTE SI FA LO STESSO, PERCHE' CARA CLAIRE, CASOMAI ANCORA NON L'AVESSI CAPITO: NON SI CAMBIA IL PASSATO!!!!
  • Qui abbiamo un po' d'azione ma sempre inframmezzata da pagine di sesso e di disperazione.
  • C'è un notevole salto temporale quando alla fine del libro Claire, per convincere sua figlia Brianna che quanto ha raccontato è tutto vero, prova a rintracciare Gellis Duncan e la trova proprio mentre salta indietro nel tempo. Vabbè....
  • Sappiate che non leggerò più neanche il terzo libro che avevo iniziato.

Gli ho dato 2 stelle perché CHE ROTTURA DI COJONI!
Pensate che sono andata a spoilerarmi le trame di tutti gli altri libri.
BEAUTIFUL.
No, mi rifiuto.
La vita è troppo breve per leggere una saga di otto libri di mille pagine ciascuno, che ciarlano di stronzate.
Ergo a parte La Straniera, tutto il resto ve lo SCONSIGLIO calorosamente.
Cara Gabaldon, potevi scrivere massimo una trilogia con qualche guerra e qualche tribolazione e ti avrei capita.
Ma hai scritto un'epopea noiosissima.
Perciò... ADDIO.

A risentirci nella prossima Rip.

Con amore,
Svamps.

Nessun commento:

Posta un commento