venerdì 6 marzo 2015

Outlander - Dove gli uomini sono alti, muscolosi e ... ROSSI! (Nonché scozzesi!) - [Recensione semiseria ed invasata del primo romanzo della Gabaldon.]

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli!
Mancano esattamente tre settimane al mio compleanno! (Lo so, non ve po' fregà de meno!)
Ma voglio festeggiare questo giorno con una recensione che forse troverò un po' difficile scrivere.


Sto parlando di: Outlander - La Straniera, di Diana Gabaldon.
Ma cominciamo dal principio... 


[E STATE ATTENTI AGLI EVENTUALI INVOLONTARI SPOILER!!!!!]



[Avrei preferito che mantenessero la copertina originale]


[Sinceramente trovo che tutte le copertine originali

della serie siano migliori di quelle italiane]





TitoloLa Straniera
Titolo originaleOutlander
Autore: Diana Gabaldon
Pagine: 838 (Copertina flessibile)
Data di uscita: 20 Maggio 2004
Editore: TEA

Collana: Teadue

Prezzo: € 12,00 (ma su Amazon costa € 10,20)

Nel 1945 Claire Randall, un'infermiera militare, si riunisce al marito alla fine della guerra in una sorta di seconda luna di miele nelle Highland scozzesi. Durante una passeggiata la giovane donna attraversa uno dei cerchi di pietre antiche che si trovano in quelle zone. All'improvviso si trova proiettata indietro nel tempo, di colpo straniera in una Scozia dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra i clan nell'anno del Signore 1743. Catapultata nel passato da forze che non capisce, Claire si trova coinvolta in intrighi e pericoli che mettono a rischio la sua stessa vita e il suo cuore.
Una trama interessantissima! Che fa presagire qualcosa di nuovo ed inaspettato.
Ma io a questo libro ci sono arrivata un po' per caso e grazie alla TV.
Infatti, su Sky è da un bel po' di settimane che mandano in loop la pubblicità del telefilm di prossima uscita, con in sottofondo la canzone di Enya, Only in time (per inciso è questa qui) che è una canzone che AMO, e con un primo piano di Caitriona Balfe (modella - attrice che interpreta il ruolo della protagonista Claire Randall) che dice: "Mi è successa una cosa strana..."
Beh questi pochi secondi di scena, mi hanno preso talmente di brutto, che mi sono detta: "Svamps cara, prima che inizi questa serie, DEVI leggere il libro! Così arrivi al 9 marzo preparata..."

[9 Marzo Fox Life, ore 21:55!]


Eravamo quasi alla fine di febbraio e non credevo di farcela, soprattutto quando ho scoperto che il libro contava circa 850 pagine! Omiodeo!!!!
L'ho iniziato carica di entusiasmo e l'ho divorato in pochissimo! Pensate che c'ho passato una intera domenica incollata, riuscendo a macinare più di 400 pagine. Ero fierissima, i miei occhi un po' meno...
Il libro si apre con un intro fantastico a mio parere, che nel telefilm è stato reso identico e fedelissimo:


La gente scompare di continuo: chiedetelo a qualunque poliziotto. O,meglio ancora, a un giornalista: le scomparse sono il loro pane quotidiano. Ragazzine che scappano di casa, bambini che sfuggono di mano ai genitori e spariscono senza lasciare traccia. Casalinghe frustrate che, avendone fin sopra i capelli, prendono i soldi della spesa e fuggono in taxi fino alla stazione dei treni. Uomini della finanza internazionale che cambiano nome e svaniscono nel fumo di sigari d’importazione.
Molti di loro vengono ritrovati, alla fine, vivi o morti. Alle scomparse, dopotutto, una spiegazione c’è.
Di solito. 
Molti di loro vengono ritrovati, alla fine, vivi o morti. Alle scomparse, dopotutto, una spiegazione c’è.Di solito. 
Di cui vi vorrei riportare anche l'originale in inglese, perché leggerlo mentre si ascolta la voce profonda di Caitriona Balfe, è stupendo:


People disappear all the time.  Ask any policeman.  Better yet. Ask a journalist.  Disappearances are bread-and-butter to journalists.Young girls run away from home.  Young children stray from their parents and are never seen again.  Housewives reach the end of their tether and take the grocery money and a taxi to the station.  International financiers change their names and vanishe into the smoke of imported cigars.Many of the lost will be found, eventually, dead or alive.  Disappearances, after all, have explanations.Usually.
(Niente da fare non riesco a trovarvi la giusta clip su youtube! GRRR. Poco male, attendete qualche altro giorno oppure cercate la prima puntata del telefilm in streaming!)
Quindi il romanzo si apre con questo prologo, che secondo me è a tratti un po' triste.
Come per la parte sulle casalinghe frustrate, tenendo soprattutto conto che è ambientato nel 1945.
Poi inizi a leggerlo, ed è super interessante, ti intriga, ti tiene incollato alla pagine, vuoi sapere come andrà a finire la storia, come Claire riuscirà a cavarsene fuori.
Perché Claire Randall, ex infermiera dell'esercito britannico, si trova in Scozia per una seconda luna di miele col marito Frank Randall, con cui non si vede circa da sei anni perché entrambi impegnati in guerra ma su fronti diversi.
Ma... improvvisamente SCOMPARE!

ZANZAN!

Cosa sarà successo?

Dove sarà andata?
Ha ragione la polizia e si sarà fatta l'amante?

Sono queste le domande esistenziali che si pone il suo povero marito, Frank Randall.

Frank è un noiosissimo storico (stracciapalle), professore di Oxford e blabla e per quanto sia il povero scemo della situazione, proprio non riesce a starmi simpatico come personaggio.
Mi da sempre la sensazione del non apprezzare appieno Claire, di non riuscire a renderla libera, ma nemica di se stessa, riempiendola di dubbi.


ODIO!

Preferisco di gran lunga i personaggi degli scozzesi, che vengono descritti tutti come degli energumeni a metà tra Tarzan e un vichingo.
La stessa Claire, narratrice in prima persona della storia, spesso li paragona a dei vichinghi.
Quindi mentre leggevo mi sono immaginata tutta una seria di sosia di Michael Fassbender e non vi nego che non mi sarebbe dispiaciuto vederlo impersonare Jamie MacTavish Fraser.
Ma non si può avere tutto dalla vita!

[La definizione di Claire da parte di Mafalda è stata: 'Questa è una specie di Biancaneve sboccata con i 7 nani sardi che dicono solo ayoooo!' (Riassunto della prima puntata del telefilm)]

HO RISO TANTISSIMO!
Effettivamente non ho mai visto nei telefilm ambientati in epoche passate, una donna così sboccata che ogni due per tre tira una jastemma o una parolaccia grossa come una casa.

Ovviamente la mia preferita è 'Jesus H. Roosevelt Christ' tradotta in italiano come 'Dio Cristo d'un Roosvelt', che ogni qualvolta viene pronunciata, provoca sempre occhiatacce da parte dei presenti.

E DIREI!!!!!
E poi i 7 nani che sarebbero gli scozzesi, non dicono ayo ma 'Aye', altra parola preferita.
Sarebbe il nostro 'si' e gli scozzesi la ripetono in continuazione.
Sempre.
Costantemente.

Lo stesso Jamie inizia ogni frase con 'Aye'.
Ad un certo punto diventa frustrante però poi inizi a dirlo anche tu ad alta voce e capisci che ormai sei andata!
Ciaone proprio!
Partita per la tangente insieme agli scozzesi.

Vi dico la verità, oggi non voglio fare neanche uno spoiler piccolino, quindi non vi racconto niente, e sappiate che mi costa tantissimo, perché sarebbe superfacile dirvi quello che succede in quattro e quattr'otto! (Che mi sono sempre chiesta se si scrivesse o meno così, ma sono troppo pigra per googlarlo!)
Quindi sappiate che dovete fare come me...

Restare incollati alle pagine, immedesimarvi nell'accento scozzese e nella frequenta parlata gaelica.

E poi arrivare all'ultima pagina, fino a quando il libro finisce... un po' alla cazzo (devo ammetterlo).
Però ciò non mi ha impedito di dargli 5 stelline su Anobii e su Goodreads e di consigliarlo a chiunque sia disposto a prestarmi ascolto!

Ergo, per oggi è tutto.
Per voi il post finisce qui.


INVECE, PER COLORO CHE DEGLI SPOILER SE NE FOTTONO O PER COLORO CHE HANNO LETTO IL LIBRO, CONTINUATE PURE A LEGGERE!

Allors, per quanto io abbia dato cinque stelline a questo libro, che nel complesso mi ha rapita e intrigata, ci sono cose che secondo me sono forzatissime e non reggono.

Partiamo dal fatto che se fossi stata IO ad essere catapultata nel 1743, sarei morta nel giro di mezz'ora!
E come me, qualsiasi altra donna normale.

La forza di Claire sta:
  • nel fatto che è un'infermiera (quindi ha competenze mediche che già nelle prime pagine, le impediscono di essere trucidata dagli scozzesi, perché se non avesse messo a posto la spalla di Jamie, col cazzo che quelli se la scarrozzavano in giro con loro!), 
  • nell'aver avuto un marito studioso di storia antica e di essere padrona di una discreta memoria di ciò che ha studiato da bambina (che le permettono di avere una coscienza dei luoghi, degli usi e costumi, degli eventi e della storia corrente ovviamente!), 
  • nell'aver avuto un'educazione da nomade grazie a suo zio Lamb, l'archeologo (che le ha permesso fin da piccola di imparare ad adattarsi subito a qualsiasi tipo di situazione e disagio ambientale, alla mancanza di comfort e di basilari norme igieniche), 
  • nell'essere vaccinata (necessario a non prendere manco un raffreddore!),
  • nell'avere botte di culo ogni mezz'ora (che le impediscono di essere accoppata visto che tutti vogliono farla fuori o trombarsela di violenza!),
  • nel cavarsela sempre per il rotto della cuffia (c'è sempre qualcuno pronto a salvarle le chiappe!)
Quindi insomma, nonostante sia una sociopatica come poche, nonostante la considerino alla stessa stregua di una strega infernale venuta dalle viscere della terra per uccidere gli scozzesi, nonostante a volte parta con dei pipponi mentali assurdi, Claire Randall è un personaggio creato per sopravvivere.
Io Svamps, sarei morta di stenti, o di emicrania, o di dolori mestruali, o semplicemente mi sarei fatta ammazzare causa la mia inutilità!

A volte tutte le sue competenze sono un po' troppo forzate, troppo esagerate, cioè ha delle conoscenze di erboristeria PARI se non superiori a quelle di un erborista del secolo.
Cioè... un'infermiera moderna che conosce metodi medievali? Ya ma dove si è mai visto?

E vabbè.
Un'altra cosa poco credibile che non mi è piaciuta tanto è stata la 'verginità' di Jamie a ventidue anni.
Non so, tutta la questione sessuale, la sua 'diseducazione' per dirla così, mi appare terribilmente fuori fuoco.
Claire dal canto suo, avendo fatto ampiamente sesso col marito, appare come una delle peggio zoccole, che fa i pompini, le seghe, scopa a candela, invece di essere presa da dietro e blabla.
Roba che il nostro povero verginello Jamie non sa se esserne felice o spaventato.
Nell'indecisione, la Gabaldon ce lo propina in entrambe le versioni, appioppandoci pagine e pagine di rapporti sessuali che manco 50 sfumature di schiaffoni in faccia!
Di conseguenza ciò ha portato a voler sponsorizzare in Italia questo personaggio come l'anti Mr.Grey.
Ceeeeerto, voglio vedere quando Jamie frusterà a sangue Claire per punirla, cosa avrete da dire!
Il fatto è che il loro innamoramento passa attraverso la reciproca scoperta sessuale, e quindi per bearmi del lento sbocciare del loro amore, devo sorbirmi una cinquantina di pagine di trombate selvagge.
E vabbé!
(Infatti questa parte, che così tanto mi è piaciuta, a partire da matrimonio in poi, trovo sia stata male interpretata sullo schermo, perché gli episodi corrispondenti nel telefilm li ho trovati confusionari e sconclusionati!)

Per non parlare poi del famigerato 'AMORE' che Claire prova nei confronti del 'suo povero marito Frank', da cui però si rifiuta addirittura di tornare, per restare accanto a Jamie e... CAMBIARE LA STORIA!!!!

Ma cosa hai nel cervello????
Se c'è una cosa che ho imparato da libri, film e telefilm è MAI interferire col corso della storia se ti trovi nel passato!!!
MAI! Non porta nulla di buono.
Ma lei evidentemente questo concetto non lo conosce, visto che vuole cambiare il risultato di una sommossa scozzese storica contro l'esercito inglese.
CREDICI!

Quindi, ama Frank ma a parte qualche piccolo tentativo, non fa mai veramente nulla di serio per tornare da lui.
Quando le si da la possibilità di farlo rifiuta.
Fa quasi accoppare Jamie per non uccidere il loro arcinemico, tale Johnathan 'Black Jack' Randall, di modo che questo possa avere figli e così generare tra duecento anni, suo marito Frank.

E Jamie è comprensivo!
E glielo lascia fare!
Ma quanto è poco credibile che un uomo stia così sotto al pacchero della propria donna nel 1743????
Eddai Gabaldon, non prenderci per il culo!
Beh, credo sia veramente tutto.
Vi lascio un'immagine divertente, collage di scene tratte dal telefilm, che per me e le mie amiche è diventata una meme per rappresentare situazioni surreali che non hanno minimamente senso.






A risentirci nel prossimo post.


Con amore,
Svamps.

3 commenti:

  1. Temevo lo spoilerone, mi hai fatto leggere tutto con l'ansia e alla fine nulla?!
    Cattiva, Svamps... Cattiva!
    A parte questo, io devo leggere questo libro nonostante il finale a cazzo e soprattutto dovrò guardare la serie tv <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è stato spoilerone perchè veramente vorrei che le persone lo leggessero! Anche se mi rendo conto che dovrei riscriverne una parte. Uff

      Elimina
  2. L'ho appena scaricato! Le faremo sapere! Ovviamente ho letto anche lo spoiler perché sono una brutta persona.

    RispondiElimina