sabato 27 dicembre 2014

Rip - Recensioni in Pillole #8

Eccoci qua di nuovo, di venerdì con la nostra adorata rubrica delle recensioni in pillole, per chi come me e voi, nel pieno del weekend, si scoccia di leggere post uberlunghi sugli ultimi libri che ho letto.
[Si l'intro è sempre la stessa!]
Oggi vi parlo di:


Anna dai Capelli Rossi, Lucy Maud Montgomery



Ammettiamolo, chi di noi non ha subito canticchiato la sigla dell'omonimo cartone giapponese?
[Se non l'avete fatto siete delle brutte persone e vi consiglio di andare ad ascoltarla qui anche se la tristezza del testo è DISARMANTE!!!!!]


All'inizio di Dicembre mi sono lanciata in una personalissima reading challenge che prevedeva un genere letterario ma non un numero preciso.
Ho semplicemente deciso di leggere quanti più libri possibili, definiti classici dell'infanzia e dell'adolescenza.
Il primo, su consiglio anche de La Fille Rouge, è stato il romanzo della Webster, Papà Gambalunga (di cui potete leggere la recensione qui).

Devo  dire che sono partita superprevenuta su questo libro.
Da piccola odiavo l'anime giapponese, odiavo lei, odiavo i disegni, odiavo tutto.
Trovavo Anna incredibilimente insopportabile ed insostenibile, avrei voluto pigliarla a schiaffi continuamente.
Quindi leggere il libro senza storcere la bocca è stato molto difficile.
Ecco quello che penso:

  • La prima parte per me è stata terribilmente difficile da leggere.
  • La Anna bambina è assolutamente da prendere a randellate sui denti.
  • Ci sono descrizioni a volte troppo lunghe ma molto suggestive, riesci a vedere il paesaggio davanti agli occhi senza problemi.
  • La parlantina di Anna nella prima parte ti travolge, in negativo, come una valanga.
  • La sua drammaticità e tragedia mi ha fatto quasi venire voglia di gettare il Kindle dalla finestra.
  • Alle volte c'è un ottimismo che ti fa venire la nausea.
  • Poi magicamente... DIVENTA STUPENDO!!!!!!
  • di avere un sorrisone stampato sulla faccia che va da un orecchio all'altro.
  • Ottimista nei confronti della vita.
  • Il cambiamento psicologico di Anna è ammirevole e l'ho apprezzato moltissimo.
  • Lo consiglio caldamente perché l'ho rivalutato tantissimo!
  • E' una delle migliori letture del 2014!!!
Quindi se in queste feste non avete nulla di stimolante da leggere, fate come me, procuratevi questo libro e leggetelo assolutissimamente!

Il mio giudizio finale è 5/5 perché sono stata superfelice di aver rivalutato qualcosa che prima non apprezzavo!
E' una lettura da fare!
A risentirci alla prossima Rip.


Con amore,
Svamps.

Nessun commento:

Posta un commento