lunedì 29 dicembre 2014

I #10 libri migliori del 2014

Buongiorno e ben ritrovati miei cari svampitellibelli!
Siete pronti per la rubrica delle #10cose?
Io si, quindi... PARTIAMO!
In questo ultimo lunedì dell'anno voglio chiacchierare con voi dei libri più belli che ho letto nel 2014.
(A inizio anno mi ero prefissata di leggere 100 libri ma purtroppo non ci sono riuscita! Magari se non avessi abbandonato quei due o tre libri che proprio non mi hanno presa, magari ce l'avrei fatta! Mi mancava così poco! UFFA!)

Sono stata ispirata da Elisa di Devilishly Stylish nel suo post annuo sui migliori libri e ho deciso di farlo anche io!
(qui il 2013 e qui il 2014 se vi va di leggerli!)

Aniuei, i libri che vi proporrò appartengono a generi non troppo diversi tra loro.
Sappiamo entrambi che ultimamente leggo solo frivolezze (ma non troppo!) e YA lit, quindi ecco la mia lista dei:
#10 libri migliori del 2014

[Sta per partire un elenco in cui potrebbero esserci degli SPOILER, quindi se non avete letto i libri sottoelencati e ne avete tutta l'intenzione, sciò! VIA!]


[L'ordine dei libri sarà cronologico a partire dall'inizio dell'anno e con mese corrispondente]


  1. Daniel Pennac, Come un romanzo (Gennaio)



    Ho letto questo libro per caso e ne sono rimasta affascinatissima! Mi ha trasmesso una voglia di tornare adolescente e recuperare tutte le mie lacune letterarie che voi non ne avete idea!
    Tralasciando che amo lo stile di Pennac, i suoi romanzi e la sua stranissima fantasia, Come un romanzo tratta delle personali considerazioni di Daniel sull'insegnare ai ragazzi a leggere e secondo me è un libro che dovrebbero leggere tutti i professori per imparare qualcosa!
    E non dimentichiamoci il decalogo del lettore!!! (Se non lo conoscete potete leggerlo qui)
  2. Sylvia Plath, La Campana di Vetro (Aprile)


    Di questo libro ho già ampiamente parlato in una RIP, precisamente qui.
    Che dire?
    L'ho apprezzato nonostante la gente mi avesse detto che mi avrebbe devastata e fatta piangere, eppure io ho riso come una matta! (Forse perché ho ricevuto in prestito la copia di un'amica che aveva aggiunto a margine le sue personalissime considerazioni e disegnini e quindi questi mi hanno tenuta su per tutto il tempo!)
  3. Matthew Quick, The Silver Linings Playbook (Aprile)



    Questo è stato l'unico caso in cui il libro e il film mi sono piaciuti tantissimo pur essendo decisamente diversi!
    Ho visto prima il film con Jennifer Lawrence e Bradley Cooper e me ne sono innamorata! L'ho visto tante di quelle volte che praticamente lo so a memoria. Addirittura ce l'ho salvato sui preferiti su Sky e quando mi sento giù, vado a rivedermi gli ultimi venti minuti.
    E' stato proprio l'amore per il film a spingermi a comprare il libro (in lingua originale) e ad apprezzarlo ugualmente nonostante fosse così profondamente diverso.
    Il libro spiega meglio molte cose, ovviamente, eppure il film rende molte cose più sentimentali e in più anche le cose aggiunte, che non ci sono nel libro mi sembrano perfettamente azzeccate!
    Quindi sono stata superfelice di averlo letto.
  4. Rainbow Rowell, Fangirl (Aprile)



    Questo libro è il simbolo del fandom.
    E' chiaramente riferito a tutti i Potterhead e alla follia che li prende, ma tratta in generale anche della misantropia, dell'asocialità e della difficoltà di adattarsi ad una situazione del tutto nuova, come può essere il college.
    E' stato divertente, frizzante, semplice e scorrevole e come al solito l'ho scoperto per caso su tumblr.
    Vidi l'immagine della copertina e mi chiesi: "Che libro sarà? Non importa! Deve essere MIO!" E così fu.
  5. Virginia Woolf, Una stanza tutta per sé (Giugno)



    Anche per questo libro ho scritto una RIP che potete leggere qui, ma comunque posso dire che è uno dei migliori libri letti non solo nel 2014 ma nella mia intera vita!
    Quindi leggetelo vi prego!
  6. Maria Semple, Dove vai Bernadette (Giugno)



    Anche qui nuovamente una RIP scritta in precedenza, che potete leggere qui. Un libro frizzante, divertente, un'ottima lettura da ombrellone o per ridere in un freddo e piovoso pomeriggio di inverno.
    Ho amato Bernadette e sua figlia (suo marito un po' meno) e le Moscerine e l'Antartide.
    Un libro fantastico e consigliatissimo.
  7. Stephanie Perkins, Anna and the French Kiss (Settembre)



    Di questo libriccino ho fatto la recensione qui, l'ho amato, adorato; ho riso con Anna, pianto con Anna, mi sono invasata, incazzata, innamorata.
    E' una storia frizzante e divertente, che rende più leggera qualche ora e la fa passare subito.
    Quindi ve lo consiglio caldamente!
  8. Stefano Benni, Pantera (Ottobre)



    Questa piccola perla di Benni va letta assolutamente.
    Ho desiderato essere Pantera, avere la sua confidence, il suo charme, la sua bravura a biliardo.
    Due racconti carinissimi che meritano troppo!
    E poi Benni è Benni, e per me è il Pennac italiano, quindi VA LETTO!!!!
  9. Jean Webster, Papà Gambalunga (Dicembre)



    Si stanno susseguendo tutti libri che ho già recensiti, infatti quella di questo romanzo adorabile potete trovarla qui. Un libro che ho apprezzato tantissimo nonostante non l'avrei mai creduto!
    Pieno di gioia, di fantasia e creatività, che mette addosso una voglia di vivere assurda!
    Ricco di ottimismo e cose belle, nonché di cultura.
    Un libro consigliatissimo!
  10. Lucy Maud Montgomery (Dicembre)



    Ho fatto la recensione anche di questo libro e potete leggerla qui.
    Nel frattempo...
    Partiamo dal fatto che da bambina odiavo il cartone che mandavano in onda al mattino. E quindi odiavo Anna Shirley da morire. E devo dire che ho odiato anche la parte iniziale del romanzo perché lei è veramente insopportabile, tragica, melodrammatica, a tratti psicotica.
    Però poi migliora e le ultime parti sono splendide e mi hanno fatto amare questo libro a dispetto di tutti i pregiudizi che avevo!


I dieci libri migliori del 2014 finiscono qui.
E i vostri?
Quali sono?
Scrivetemeli nei commenti magari.

A risentirci nel prossimo post.

Con amore,
Svamps.

5 commenti:

  1. Ho letto uno solo dei libri che hai menzionato. (Il che mi fa capire che devo rimettermi in moto, anche se i miei generi sono diversi dai tuoi.)
    Uno. L'unico. Indispensabile. Divenuto mia rovina, gioia, cuore, ossessione.
    Il primo.
    Come un romanzo, di Daniel Pennac - che è mio marito ma ancora non lo sa.
    L'ho trovato assolutamente affascinante e più reale di quanto mai avessi potuto immaginare. Se solo ci fossero più saggi così, scritti con tanta passione e quel pizzico di ironia in più.
    Comunque, è con lui che ho iniziato ad amare Pennac, che mi è entrato nelle ossa proprio e non se ne va più via. Ti conviene leggere altro, scrive in una maniera spettacolare.
    Ah e devo assolutamente avere il libro sulle Fangirl, è perfetto per un'invasata come me. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma di Pennac ho letto anche il ciclo di Malaussene! (Mi scordo sempre come si scrive!) Lo adoro e lo amo!
      In realtá io leggo poche cose serie ma questi ultimi mesi li ho dedicati ai classici dell'infanzia. Per l'anno nuovo conto di leggere almeno dieci classici!

      Elimina
    2. Ora ci capiamo! grande donna <3

      Elimina
  2. "Papà Gambalunga" è un libro che mi ha fatto scoprire mia mamma quando ero piccola perchè era uno dei suoi preferiti da bambina, e inutile dire che l'ho letto, e riletto, e riletto! Resta uno dei miei preferiti, nella mia edizione c'erano anche i disegnini di Judy Abbott ed alcuni erano spassosissimi. Concordo su Pennac, non delude mai! "Dove vai Bernadette?" mi ha fatta divertire un sacco quando l'ho letto e mi spiace che se ne parli così poco, l'avevo trovato uno dei libri più interessanti e non se lo fila nessuno! E poi S. Plath... A me le sue poesie sono sempre piaciute, e questo libro mi aveva conquistata. Hai visto il film con G. Paltrow dedicato alla scrittrice? Era molto bello, ma da noi è arrivato direttamente in tv (essendo un film di qualità, si vede che le sale erano affollate da perle come Soliti Idioti & Co...) :)
    Mi confermo fan scatenata del tuo blog <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche nell'ebook che ho letto io c'erano o disegnini di Judy! Spassosissimi! Per quanto riguarda dove vai bernadette, ci ho scritto poco perché l'avevo giá recensito.
      Della Plath ho letto solo la Campana di vetro e vorrei leggerne i Diari ma non ho visto il film. Dovró rimediare al più presto! Grazie per i complimenti così arrossisco! *^* aniuei a me il tuo blog da spesso spunti ergo il fangirlaggio é reciproco

      Elimina