venerdì 14 novembre 2014

RIP - Recensioni in pillole #5

Eccoci qua di nuovo, di venerdì con la nostra adorata rubrica delle recensioni in pillole, per chi come me e voi, nel pieno del weekend, si scoccia di leggere post uberlunghi sugli ultimi libri che ho letto.
[Si l'intro è sempre la stessa!]
Oggi vi parlo di:


- Una stanza tutta per sé, Virginia Woolf



*Da premettere che quando ho iniziato questo libro, molti mi avevano detto che era pesante e che ci avevano messo molto tempo a leggerlo o addirittura lo avevano abbandonato.*
  • Catartico.
  • Difficile.
  • Terribilmente veritiero.
  • Istruttivo.
  • Moderno.
  • Attuale.
  • Precursore dei tempi.
  • Anche gran parte di questo saggio è interamente sottolineato.
  • La questione delle donne.
Diciamo che lo adoro, sono di parte e gli do un 5/5 perché amo come è scritto, amo di cosa tratta e come lo tratta, amo la poesia che si cela determinati discorsi o concetti, o di come la semplicità di una frase possa risultare terribilmente saggia e filosofica.
A risentirci alla prossima Rip.


Con amore,
Svamps.

Nessun commento:

Posta un commento