venerdì 21 novembre 2014

Hunger Games - Il Canto della Rivolta parte I

Ieri sera, come di consueto, sono andata a vedere Hunger Games - Il Canto della Rivolta Parte I.
Partiamo dal fatto che 'sta cosa di iniziare a dividere l'ultimo film in due parti sta iniziando a starmi sulle scatole.
Tutto è iniziato con Harry Potter e i Doni della Morte, e posso capirlo.
Insomma, era un libro molto complesso, non sarebbe stato esaustivo un solo film.
(Anche se poi non è che siano stati questi granché ugualmente ma vabbè!)
Ma mobbastaveramenteperò!
Non se ne può più.
Non siete Peter Jackson, che potete permettervi il lusso di ricavare trilogie dove non ve ne sono!
(BTW... meno di un mese e vedrò anche Lo Hobbit!!!!Yeeee...)
Si scusate, oggi sono un po' su di giri.
Anche questa mattinata sarà all'insegna del cazzeggio: del terzo caffé della mattina, ma rigorosamente decaf!, di un duplo, della prima puntata di Penny Dreadful, della cura di me (cioè stuccarmi e mettermi la crema sul viso STOP!), e della lettura del libro che ho iniziato qualche giorno fa, cioè Days of Blodd and Starlight di Laini Taylor, tradotto in Italia, come Il castello di sabbia.

Che dire del film?
Sono sempre una persona poco oggettiva quando si tratta di colossal come questi.
E aggiungiamoci anche, scettica.
Nel senso che per tutto il tempo penso: "Era meglio il libro."
Però non posso fare a meno di essere eccitata all'idea di vedere come sarà trasposto quello che il mio cervello ha immaginato un anno prima.


ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER!
PER CHIUNQUE!
SE NON AVETE VISTO IL FILM O NON AVETE LETTO I LIBRI O AVETE LETTO I LIBRI E ANCORA NON VISTO IL FILM.
BE CAREFUL!!!!!

Allora partiamo dal fatto che a P. non è piaciuto.
Non molto almeno.
Vi ha visto un desiderio di rendere Katniss un fenomeno mediatico che non ha aiutato il film.
Lui ovviamente non ha letto i libri, e ho dovuto spiegargli che in realtà è proprio quello che il Distretto 13 ha tentato di fare.
Rendere Katniss un capro espiatorio, un baluardo da seguire, un'esca per le trappole, una merce di scambio, un'arma.
TUTTO.
Usare e sfruttare Katniss fino all'ultima energia.
E questa cosa credo si noti abbastanza nel film.
Natalie Dormer è stata molto brava anche se è notevolmente inquietante con quella testa mezza rasata, ma vabbé.
Per me lei sarà sempre Lady Margaret Misposoconchicapita Tyrell, non posso farci niente XD
Avrebbero potuto dare un po' più di spazio a Prim, che per quanto mi possa ricordare (ho letto tutti e tre i libri esattamente un anno fa, dopo l'uscita di Catching Fire al cinema) dimostra di stare crescendo, e di essere un po' più cazzuta rispetto alla paperella spaventata che era nel primo film.
La parte dove Katniss canta la canzone dell'Albero degli Impiccati è stata maestosa, partita come un canto flebile, insicuro, quasi non convincente, e terminato con un coro di persone che si ribellano e sfilano per protestare.
Ovviamente P. è rimasto molto perplesso da questa scena e io ho dovuto spiegargliela.
E questa cosa non mi è piaciuta molto.
Non il dovergli spiegare la scena in sé, ma il fatto che avessero omesso la spiegazione della scena.
Credo che registi e sceneggiatori dovrebbero rendersi conto che non tutte le persone che vanno al cinema hanno avuto la voglia o il tempo di leggere i libri.
E che quindi piccoli particolari potrebbero sfuggire alla comprensione dei più.
Sono sicura infatti che dovrò spiegarlo anche a Matre quando lo vedrà.
Il fatto che il padre di Katniss non venga mai menzionato mi ha dato molta noia, perché nei libri traspare una persona bella, solare, allegra, famosa per la sua stupenda voce.
E' lui ad insegnare la canzone a Katniss da bambina, provocando le ire della madre.
(Mea culpa se ricordo male eh!)
Gli uccelli si zittivano per il padre di Katniss e lo fanno anche per Katniss, ma questa cosa non c'è.
NO BUONO!
La colonna sonora l'ho apprezzata tantissimo e ho scoperto solo oggi, che Lorde non solo ha composto l'ultimo brano, quello dei titoli di coda, ma che ha curato tutta la colonna sonora, coinvolgendo gli artisti che le sembravano più azzeccati per trattare i temi del libro.
Inoltre sono stati i Lumineers a comporre la melodia per la canzone dell'Albero degli Impiccati.
E credo abbiano fatto proprio un buon lavoro.
E' sempre difficile comporre la melodia di una filastrocca scritta dall'autore.
Non sai mai cosa ne verrà fuori e se è come lo scrittore la immaginava.
Ma sono stati bravi!
Come nuovi personaggi appunto troviamo Cressida, Castor e Pollux, Messalla, nonché l'austera Coin, interpretata magistralmente da Julianne Moore.
Inquietante con quei capelli.
Come fa notare anche Effie Trinket.
Ebbene si miei cari!
La ritroviamo anche qui nonostante nel libro non ci sia.
E' stata la stessa Collins a volere la Banks nel film perché portava colore ed ilarità.
Infatti gli unici momenti comici sono affidati proprio al personaggio svampito di Effie.
E noi di svampitevolezza ce ne intendiamo!
Last but not least, l'ultimo saluto a Philip Seymour Hoffman nei titoli di coda, scomparso tragicamente il febbraio scorso.
Alla sua morte Hoffman aveva finito di girare la parte 1 ma non la parte 2, così in un primo momento si era pensato di ricrearlo digitalmente per una scena importante, ma poi il regista ci ha ripensato e la sceneggiatura è stata riadattata.

Beh le mie impressioni a caldo sono state queste.
Cioè il film è stato fatto abbastanza bene anche se per un fan niente sarà mai abbastanza, un po' come un padre che sa che nessun ragazzo sarà mai adatto alla figlia.
Ma nel complesso sono rimasta molto soddisfatta.
Avrei voluto un po' più di Peeta, dei suoi video, della sua trasformazione, ma credo che si rifaranno ampiamente nella Parte II.
Ergo staremo a vedere!!!!
A risentirci nel prossimo post.

Con amore,
Svamps.


2 commenti:

  1. Io mi sono reso conto della qualità del film nella scena del palazzo d'addestramento,mi è salita un ansia ma un ansia....manco un film dell'orrore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. marò a chi lo dici XD musiche in sottofondo poi stupende!

      Elimina