lunedì 29 settembre 2014

The August Break 2014 Wrap-up. [I libri del mese]



Mi ero ripromessa che, appena finiti gli esami a luglio, mi sarei dedicata alla lettura di libri impegnati, seri, grandi classici...
Insomma metà della pila di TBR books che stanno prendendo bellamente la polvere sulla mia bookshelf.
Ovviamente ad oggi, con il mese di Settembre praticamente agli sgoccioli, mi rendo conto che tutto ho fatto tranne leggere roba seria.
Dando una sguardo alla mia libreria Anobii (che potete vedere qui se vi va), mi sono resa conto che, escluso l'ultimo libro letto alla fine di agosto cioè Tenebre & Ghiaccio di Leigh Bardugo (primo libro della Grisha Trilogy di cui al più presto farò una recensione), avrei potuto rinominare questo post anche in un'altra maniera.
Quindi eccovi il sottotitolo:

"Avere quasi 30 anni e leggere Rick Riordan."
Strano titolo direte voi, eppure è così.
Ho passato tutto il mese di agosto incollata a Berenice, il mio amato Kindle, a leggere tutti i libri momentaneamente disponibili della saga del famosissimo figlio di Poseidone, noto ai più come Percy Jackson!


Ora però voglio farvi una confessione.
Mentre scrivevo la suddetta frase, il mio subconscio se n'è andato per cazzi suoi e ha scritto automaticamente: "...della saga del famosissimo maghetto dagli occhiali tondi e dei suoi inseparabili amici, cioè Harry Potter!".
Poi sono rinsavita, ho letto quanto avevo inconsciamente scritto, ho cancellato e riscritto.
Questo perché in me è radicata l'idea che di saga ce n'è una sola ed è quella del Magico Trio di Hogwarts.
Aniuei, tutto è iniziato al mio compleanno, quando mia cugina mi ha regalato questo ciondolo:


Un regalo apprezzatissimo, che rappresenta la nostra dipendenza dai fandom alla perfezione e che mi ha ricordato l'unica saga famosa che non avevo ancora iniziato.
Ovvero il Tridente di Percy Jackson.
Complice anche la programmazione di Sky, ho visto il Mare dei Mostri, corrispondente al secondo libro, senza manco aver visto il primo, con mia madre che cercava di farmi capire le cose perché lei il primo l'aveva visto.
Così il primo di agosto, per puro caso, mi sono ritrovata armata di yogurt e de Il Ladro di Fulmini, primo volume della saga.
Da lì è iniziata la mia avventura tra i Semidei del Campo Mezzosangue (e dite quello che volete ma alla parola HalfBlood mi è partito un: 'Pfff' degno di nota), tra le beghe delle varie case (di Hogwarts? no, case numerate, una per ogni dio o dea).
Ora, non sono qui a criticare e polemizzare, perché la saga mi è piaciuta da morire e ho letto tutti e dieci libri di seguito, uno dopo l'altro, tra un tuffo in acqua e un gelato, tra un giro per siti archeologici e mangiate di pesce in riva al mare.
Insomma, era tutto particolarmente a tema, dato che Perseus, aka Percy, è figlio del dio del mare.
La saga è scritta bene, la lettura è piacevole e scorrevole, una narrazione semplice, mai confusionaria, che addirittura mi ha riportato alla mente tutte le versioni di latino del liceo che parlavano dei problemi che avevano dei e mortali ogniqualvolta litigavano fra loro.
Insomma, nonostante lo scetticismo che mi pervade verso ogni saga dopo aver votato la mia adolescenza ad Harry Potter, devo dire che i libri sulle avventure di Percy Jackson mi sono piaciuti moltissimo, alcuni più di altri.

La saga principalmente si compone di due cicli di romanzi, legati tra loro per i personaggi, ma indipendenti nel senso che potete leggere solo il primo ciclo oppure solo il secondo, che tratta avventure diverse, anche se c'è qualche rimando al primo ciclo.
Ovviamente io consiglio di leggerli tutti e due nell'ordine perché sennò non ha senso, ma magari siete strani e il primo ciclo non vi attira, oppure erroneamente sulle copertine non si fa riferimento al legame del secondo ciclo col primo e blabla...
Ma sto divagando!

N.B. ORA E' POSSIBILE CHE VOI NON ABBIATE LETTO I LIBRI, O ALMENO NON TUTTI, E QUINDI VI IMPONGO DI FERMARVI QUI!
CERCHERO' DI RIDURRE AL MINIMO GLI SPOILER, MA ONDE EVITARE CASINI, RIBADISCO: SMETTETE DI LEGGERE.
SPOILER ALERT!!! *sirena dei pompieri in sottofondo*

Insomma, dicevamo... abbiamo due pentalogie.
Una denominata: "Percy Jackson & gli Dei dell'Olimpo", composta appunto di cinque libri in cui i personaggi principali sono tre: Percy Jackson, perduto ed illegittimo figlio di Poseidone, Annabeth Chase, brillante (strega della sua età?no...) ed intelligente figlia di Atena, e Grover Underwood, satiro pasticcione ed un po' imbranato, dedito alla ricerca del dio Pan e alla protezione dei due semidei.
Un altro magico trio? Ebbene si.
Un magico trio che funziona, che si amalgama bene, anche se fondamentalmente è sempre Annabeth che para il culo a Percy e Grover. (Ovviamente...)
I libri (con mio relativo voto basato su un valore di ipotetiche stelline 5/5) sono:
  • Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: Il Ladro di Fulmini - 3/5
  • Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: Il mare dei mostri - 3/5
  • Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: La maledizione del Titano - 3/5
  • Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: La battaglia del labirinto - 3/5
  • Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: Lo scontro finale - 4/5
    Durante questo ciclo è possibile leggere in contemporanea, dei libri supplementari:
  • Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: Il libro segreto - 2/5
  • Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: Le origini del mito [che ancora non ho letto]
  • Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: L'ultima guida - in lettura
La seconda pentalogia, denominata Eroi dell'Olimpo, (ogni tomo poi col proprio sottotitolo) è invece incentrata su altri personaggi: Jason Grace, Piper McLean, Leo Valdez, Frank Zhang, Hazel Levesque, Nico Di Angelo (quest'ultimo già presente ne Gli Dei dell'Olimpo).
I libri sono:
  • Eroi dell'Olimpo: L'eroe Perduto - 4/5
  • Eroi dell'Olimpo: Il Figlio di Nettuno - 3/5
  • Eroi dell'Olimpo: Il Marchio di Atena - 4/5
  • Eroi dell'Olimpo: La Casa di Ade [in Italia l'uscita è prevista per il 18 Novembre 2014] - 4/5
  • Eroi dell'Olimpo: Il Sangue dell'Olimpo [in America l'uscita è prevista per il 7 Ottobre del 2014; in Italia per Aprile 2015] TREPIDANTE ATTESA!!!!
Dal numero di stelline date mi sembra assolutamente ovvio quanto io abbia apprezzato
molto di più il secondo ciclo piuttosto che il primo.
Non perché il primo non sia valido, anzi.
Ripeto, per me i libri sono coinvolgenti, ben scritti, si ok, forse non sarebbero adatti a me che ho passato il quarto di secolo, ma mi piace considerarmi una adolescente / young adult, quindi sono stata molto felice di aver affrontato tutta la saga, soprattutto in periodo estivo senza un pensiero per la testa.
E' una saga che consiglio a tutte le età, perché non è pesante e fa evadere un po' mentalmente, che è la cosa che apprezzo di più in un libro.
Quella di sapermi trasportare in altri mondi, a vivere mille avventure, senza schiodare il culone dalla sedia.
Il secondo ciclo lo vedo già più maturo rispetto al primo, cambia il range d'azione, ci sono molti più personaggi di cui tener conto e che raccontano ognuno il proprio punto di vista, al contrario dei primi libri in cui la voce narrante è sempre Percy.
Il secondo ciclo è più veloce, mette più ansia, le questioni sono più importanti e gravi, le missioni più pericolose.
Insomma, il mondo è a rischio collasso/distruzione un giorno si e l'altro pure, quindi i nostri eroi hanno il loro bel daffare a tenere tutto sotto controllo!

Ora non mi resta che aspettare il 7 ottobre per l'uscita dell'ultimo libro, il Sangue dell'Olimpo!
Vi terrò aggiornati.

Con amore,
Svamps.

2 commenti:

  1. mi sono fermato allo spoiler alert ma per tua informazione la mia saga per eccellenza ha attraversato la pubertà e da harry potter è passata alle cronache del ghiaccio e del fuoco xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma Percy Jackson è molto più infantile, infatti si trova negli scaffali dai 12 ai 16 diciamo...

      Elimina